Seguici sui Social

Primo Piano

PUBBLICITA

Giornalisti e Var: anche un importante quotidiano si schiera senza alcun ritegno

Avatar

Pubblicato

il

La Var cambia posto

E’ appena arrivato in Serie A il Var ma già non se ne può più. L’utilizzo della tecnologia avrebbe dovuto migliorare il nostro calcio ma per ora ha solamente suscitato polemiche su polemiche. Come successo anche ieri dopo la gara tra Roma e Cagliari. Dove, nonostante il ricorso al Var, è stato commesso l’ennesimo errore da parte dell’arbitro. A farne le spese sono stati gli isolani puniti severamente a un passo dal fischio finale. In occasione della rete del difensore giallorosso Fazio il controllo di braccio del giocatore risulta infatti decisivo nello stop di petto. Ma quello che suscita ancora più scalpore però è il comportamento di alcuni giornalisti (professionisti lautamente pagati) faziosi che nonostante gli evidenti errori arbitrali si prendono anche il lusso di deridere i tifosi delle squadre avversarie. Forse il troppo tifo fa male, a tal punto da riuscire a far dimenticare a ‘seri’ professionisti il ruolo che dovrebbero svolgere. Ossia quello di essere al di sopra delle parti. Ma evidentemente non tutti riescono a comportarsi da tali. Ieri al termine della partita dell’Olimpico durante le interviste l’inviato a bordocampo di Sky Sport sul gol dell’argentino parlava di tocco ininfluente. Un altro caso, ancor più clamoroso, sul Corriere della Sera che sulla propria pagina Facebook ha titolato: “All’ultimo secondo e grazie alla Var… così è ancora più bello”. Titolo veramente fuori luogo per un giornale e per dei ‘professionisti’ che per il ruolo che ricoprono dovrebbero essere democratici e non sfacciatamente faziosi.


Primo Piano

Lazio Fiorentina probabili formazioni, torna Luis Alberto ?

Avatar

Pubblicato

il

lazio fiorentina 9
<

Lazio Fiorentina probabili formazioni. Alla vigilia del match infrasettimanale contro i toscani per Sarri è tempo di pensare alla formazione. Il modulo sarà sempre lo stesso, il 4-3-3, ma attenzione ai cambi. Tra i pali Reina, in difesa torna la coppia titolare Acerbi, Luiz Felipe mentre sulle fasce sicuro di un posto Hysaj, meno Marusic che dovrebbe essere sostituito da Lazzari. Centrocampo rivoluzionato, accanto a Milinkovic Savic ecco Cataldi pronto a sostiture Leiva e ballottaggio Luis Alberto, Basic. Il tridente offensivo dovrebbe rimanere invariato, con Immobile punta e Anderson e Pedro a sostenerlo, lo spagnolo potrebbe rifiatare lasciando il posto a Raul Moro.LAZIO

ROMAGNOLI LAZIO, TARE BEFFATO

Continua a leggere

Primo Piano

Chi è Romano Floriani Mussolini, il giovane dal cognome difficile convocato per Verona Lazio

Romano Floriani Mussolini, chi è il giovane convocato per Verona Lazio

Avatar

Pubblicato

il

6276436 1905 romano floriani mussolini lazio convocazione sarri
<

Romano Floriani Mussolini, chi è il giovane convocato per Verona Lazio

Romano Floriani Mussolini, il giovane talento della Lazio dal cognome difficile. Nasce a Roma il 27 Gennaio 2003 e passa dalle giovanili della Roma a quelle della Lazio, nel mezzo una esperienza in prestito alla Vigor Perconti. Floriani è un giocatore molto duttile e nella primavera del club ha ricoperto 3 ruoli : terzino destro, difensore centrale e centrocampista destro. Alto 1 metro e 88 cm è legato alla Lazio fino al 2024. Porta dietro le spalle un cognome difficile, ma che non lo lega alla storia passata. Figlio dell’ex parlamentare europea Alessandra Mussolini e Mauro Floriani è pronto al debutto con i grandi.

floriani mussolini

MALAGO’ CONTRO BERNABE’

Continua a leggere

Primo Piano

Bernabè si difende dalle accuse, la lettera del falconiere

Bernabè si difende dalle accuse, l’ex falconiere della Lazio scrive una lettera

Avatar

Pubblicato

il

methode times prod web bin 9e28144a 31d4 11ec 820f e2be9b2cb5fd
<

Bernabè si difende dalle accuse, l’ex falconiere della Lazio scrive una lettera

Bernabè si difende dalle accuse. L’ormai ex falconiere della Lazio dopo esser stato licenziato per un saluto romano dopo Lazio Inter ha scritto una lettera poi pubblicata dal portale Adnkronos : “Sono dispiaciuto per quello che è successo, in Spagna il gesto fascista si fa con il braccio teso in una linea retta. In Italia a quanto pare è anche così, dandosi una pacca sul petto. Io sono una persona assolutamente di destra, del partito Vox in Spagna come pure tanti amici calciatori, ma non di idea fascista, non è proprio nella mia mentalità. Sono un uomo che ha girato il mondo, che fa business in tutto il mondo e che ha rapporti con persone di tutte le razze. È stato un gesto dettato dall’impulso festeggiando il finale di una partita. Un saluto militare, mai fascista. Tuttavia va bene, queste cose fanno parte della vita, ci sono momenti brutti e belli. E questo per me è un momento brutto“.

lazio bernabè

CALENDARIO LAZIO : LA RABBIA DI SARRI

Continua a leggere

Articoli più letti