Seguici sui Social

Articolo copertina

Giornalisti e Var: anche un importante quotidiano si schiera senza alcun ritegno

Pubblicato

in

La Var cambia posto


E’ appena arrivato in Serie A il ma già non se ne può più. L’utilizzo della tecnologia avrebbe dovuto migliorare il nostro calcio ma per ora ha solamente suscitato polemiche su polemiche. Come successo anche ieri dopo la gara tra Roma e Cagliari. Dove, nonostante il ricorso al Var, è stato commesso l’ennesimo errore da parte dell’arbitro. A farne le spese sono stati gli isolani puniti severamente a un passo dal fischio finale. In occasione della rete del difensore giallorosso Fazio il controllo di braccio del giocatore risulta infatti decisivo nello stop di petto. Ma quello che suscita ancora più scalpore però è il comportamento di alcuni (professionisti lautamente pagati) faziosi che nonostante gli evidenti errori arbitrali si prendono anche il lusso di deridere i tifosi delle squadre avversarie. Forse il troppo tifo fa male, a tal punto da riuscire a far dimenticare a ‘seri’ professionisti il ruolo che dovrebbero svolgere. Ossia quello di essere al di sopra delle parti. Ma evidentemente non tutti riescono a comportarsi da tali. Ieri al termine della partita dell’Olimpico durante le interviste l’inviato a bordocampo di Sky Sport sul gol dell’argentino parlava di tocco ininfluente. Un altro caso, ancor più clamoroso, sul Corriere della Sera che sulla propria pagina Facebook ha titolato: “All’ultimo secondo e grazie alla Var… così è ancora più bello”. Titolo veramente fuori luogo per un giornale e per dei ‘professionisti’ che per il ruolo che ricoprono dovrebbero essere democratici e non sfacciatamente faziosi.

Articolo copertina

Riapertura stadi – C’è l’ok del Governo

Pubblicato

in



Riapertura stadi – C’è l’ok del governo. Una buona notizia anche per la Lazio, in vista dell’esordio casalingo contro l’Atalanta.

Riapertura stadi – Saranno mille gli spettatori che, da oggi, potranno tornare ad assistere dal vivo alle gare di Serie A. Mille per ora, ma almeno la decisione è arrivata (finalmente, è il caso di dire). Lo ha fatto durante un incontro tra il ministro Boccia e le Regioni: due di esse, Veneto e Lombardia, si erano infatti accodate all’Emilia Romagna, dopo che il ministro dello Sport Spadafora aveva detto sì alla presenza dei tifosi al Foro Italico per le semifinali degli Internazionali di Tennis. La delibera è stata dunque estesa a tutto il territorio nazionale, “al fine di non creare disparità tra le squadre e come sperimentazione per le prossime aperture“, come ha spiegato lo stesso Spadafora al termine del summit. Starà ora a Governo e enti locali elaborare un piano condiviso. Avranno tempo fino al 7 ottobre, data del prossimo Dpcm. Tutto dipenderà dalle valutazioni del Ministero della Salute e del Cts sulla curva epidemiologica. L’obiettivo è arrivare ad una percentuale di ingresso in base alla capienza degli impianti. Si riparte insomma, in attesa del vero e proprio ritorno alla normalità. Una buona notizia anche per la Lazio: mercoledì 30 settembre ci sarà infatti l’esordio casalingo in campionato contro l’Atalanta. La gara, inizialmente prevista per questo weekend, era stata rinviata per gli impegni in Champions degli orobici. Sarà comunque una partita speciale per gli uomini di Inzaghi, che battezzeranno la nuova stagione all’Olimpico con il sostegno anche dei propri tifosi.

Continua a leggere

Articoli più letti

Come disattivare il blocco della pubblicita per Cronache della Campania?