Seguici sui Social

News

Anche per queste festività la Serie A scende in campo con le Stelle di Natale dell’AIL

Pubblicato

il

Il pallone della serie A 2017 2018 Nike Ordem V
PUBBLICITA

Si rinnova anche per quest’anno il tradizionale appuntamento di solidarietà promosso dall’Associazione Italiana contro le leucemie, i linfomi e il mieloma. Anche la Lega Serie A e l’Associazione Italiana Arbitri sosterranno l’AIL con una campagna di sensibilizzazione negli stadi.

 

4.800 PIAZZE INTERESSATE

 

L’8, il 9 e il 10 dicembre si svolgerà la 29^ edizione dell’iniziativa Stelle di Natale AIL. Evento posto sotto l’Alto Patronato del Presidente della Repubblica. La manifestazione viene realizzata grazie all’impegno di migliaia di volontari. 4.800 le piazze interessate nelle quali verrà offerta una piantina natalizia a chi verserà un contributo minimo di 12 euro. L’anno scorso sono state distribuite 540.428 piante in 4.857 piazze italiane e sono stati raccolti 7.229.102 euro. Anche la Serie A e l’AIA daranno il loro apporto. Nel corso del prossimo fine settimana su tutti i campi della massima categoria verrà esposto, all’arrivo in campo dei giocatori, uno striscione che ricorda l’importanza del sostegno alla ricerca scientifica. La terna arbitrale invece indosserà una maglia con il logo dell’Associazione. 

 

TESTIMONIAL DI ECCEZIONE

 

Molti i testimonial d’eccezione per il “Natale AIL 2017”. Parteciperanno DinoZoff, FrancescoTotti, la campionessa olimpica di windsurf AlessandraSensini, il duo d’argento nel Beach Volley a Rio 2016 Lupo e Nicolai, RiccardoScamarcio, il TrioMedusa e tanti altri. Chi volesse sostenere l’Associazione può farlo in diversi modi. Dall’1 al 15 dicembre è attivo il numero solidale 45541. Numero tramite il quale si può inviare un SMS per donare 2 € da telefoni cellulari o 5/10 euro da rete fissa. Grazie ai fondi raccolti con le StellediNatale e con il numero solidale AIL raccoglierà fondi destinati al finanziamento di progetti di ricerca scientifica e di assistenza sanitaria.

 

LEGGI ANCHE LE PAROLE DEL CENTROCAMPISTA GRANATA VALDIFIORI

 

SEGUICI SU TWITTER

 

INCONTRO DECISIVO PER IL RINNOVO DI DE VRIJ


Pubblicità

Focus

LA NOSTRA STORIA Domenico ‘Mimmo’ Caso

Pubblicato

il


LA NOSTRA STORIA Domenico MimmoCaso nasce a Eboli (SA) il 9 maggio 1954. Centrocampista, fa il suo debutto nel calcio professionistico con la Fiorentina. Nella stagione 1974-1975 vince il suo primo trofeo: la Coppa Italia. Nella stagione 1978-1979 Caso lascia la Fiorentina e si trasferisce al Napoli. Nell’estate 1979 passa all’Inter. Nel 1980 si laurea Campione d’Italia. Dopo l’esperienza in nerazzurro passa per due anni in Serie B al Perugia. Nell’estate del 1983 torna in Serie A con il Torino. Quindi passa alla Lazio, in quel periodo nella serie cadetta. Con la maglia biancoceleste disputa tre stagioni. Nel 1988, dopo la promozione in A, viene ceduto al Latina. Chiude la carriera nell’Orceana.  Dal 1992/93 al 1996/97 è l’allenatore della Lazio Primavera. Il primo anno sfiora lo Scudetto perdendo la finale contro l’Atalanta. Nella stagione 1994/95 vince il titolo. Tra i tanti giovani lancia Alessandro Nesta, Marco Di Vaio, Alessandro Iannuzzi, Flavio Roma e Daniele Franceschini. Dopo aver guidato Foggia, Chievo e Pistoiese, nel 2003/04 torna ad allenare la Primavera laziale. Nel 2004/05 viene chiamato dal nuovo presidente biancoceleste Claudio Lotito ad allenare la prima squadra. Viene esonerato e sostituito da Papadopulo. Successivamente allena la Ternana. A giugno del 2009 viene nominato supervisore del settore giovanile della Cisco Roma. Nel 2011 assume la guida degli Allievi Regionali A1 della Voluntas (Spoleto). A luglio del 2012 viene nominato allenatore della squadra Primavera della Virtus Lanciano. Nel 2013 viene ingaggiato come tecnico della squadra Primavera della Reggina, ma dopo pochi giorni decide di lasciare l’incarico per motivi familiari.

LASCIA UN ‘LIKE’ ALLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK

DIVENTA UN NOSTRO FOLLOWER ANCHE SU TWITTER

 

Continua a leggere

Articoli più letti