Articolo copertina

Pinelli: “Vi spiego io perché le decisioni prese dagli arbitri dietro il Var a volte possono essere diverse”


La Var esordisce in Serie A

In casa Lazio molte polemiche stanno montando nelle ultime settimane nei confronti del Var. Le decisioni prese con il supporto della tecnologia al momento stanno lasciando a desiderare. Il problema però non è la macchina ma il suo utilizzo.

 

Troppi casi si stanno verificando a discapito della Lazio. Solo per restare alle ultime due giornate due casi hanno fatto storcere il naso ai tifosi biancocelesti. Prima l’episodio negativo di Caicedo nella gara con la Fiorentina. Poi domenica scorsa con la Sampdoria gli uomini di Inzaghi si sono visti negare un penalty incredibile. Fallo di mano del difensore doriano Bereszyński, Mazzoleni che lascia proseguire e Giacomelli, nonostante le immagini, che non segnala nulla al direttore di gara. Ciò che ci si chiede è il perché in casi tanto evidenti in tv il Var non viene preso neanche in considerazione.

 

LE PAROLE DI PINELLI SUL VAR

 

Per spiegare come stanno le cose il giornalista di Mediaset Premium Pietro Pinelli è intervenuto ai microfoni di  Radiosei“Le immagini a disposizione delle tante telecamere in Sampdoria-Lazio sono diverse da quelle dell’arbitro al Var. Loro si trovano in stanze con immagini totalmente differenti da quelle delle piattaforme televisive che hanno a disposizione telecamere esclusive. Quindi oltre a prendere le immagini dalla regia comune ne ha anche delle altre prese da altre telecamere. Se su Premium si vedono immagini diverse è perché hanno immagini di produzione propria, Mediaset ad esempio non ce l’ha e quindi non può prenderle in considerazione”.

CHAMPIONS LEAGUE: ECCO LE “RETROCESSE” IN EUROPA LEAGUE

 

SEGUICI ANCHE SU TWITTER

 

PROBABILI FORMAZIONI ZULTE-LAZIO

Tags

LAZIOCHANNEL.IT – I VIDEO

LINK SPONSORIZZATI