Il visionario Pallotta: “Col nuovo stadio la Roma competerà col Barcellona e verrà il Papa a vederci”

James Pallotta presidente della Roma

Al patron della Roma James Pallotta va dato atto che non è mai banale nelle sue interviste, anzi a volte rasentano la fantascienza. Non ultime le parole di un visionario Pallotta allo Sports Analytics Conference del MIT di Boston.

Queste le dichiarazioni del visionario Pallotta  riportate da forzaroma.info: “Ad oggi siamo l’unica squadra in Europa che ha una sua stazione radio (avrà dimenticato Lazio Style Radio, ndr), a cui abbiamo dato vita circa due anni e mezzo fa. Credo che nel frattempo ne abbiamo mandate 2 in bancarotta, adesso ce ne mancano altre 7. Abbiamo bisogno di spiegare la nostra versione dei fatti. Se ascoltassi le radio tutti i giorni mi butterei dal Tobin Bridge perché sparano mer… su quello che facciamo o su quello che faccio io”.

Si passa quindi allo stadio di proprietà: “In tre anni speriamo di avere un nostro stadio, e questa è la chiave, perché non possiamo competere col Barcellona in nessun modo se faranno un miliardo di dollari di ricavi nei prossimi 2-3 anni, mentre noi abbiamo a che fare con 220-240 milioni di euro. Il nostro stadio sarà l’impianto più utilizzato dell’Europa meridionale. Ci saranno anche gare di college football americano, ci potrà essere la sfida tra Boston College e Notre Dame, la “holy war” (è il nome della sfida tra le due squadre universitarie, ndr), con il Papa a lanciare la moneta prima della partita”.

SEGUICI SU GOOGLE EDICOLA

ROMAGNOLI CUORE LAZIALE ANCHE DOPO IL RIGORE IN LAZIO MILAN