Seguici sui Social

News

Aronica, Paolo Cannavaro e Reina, a processo per rapporti con camorristi

PUBBLICITA

Pubblicato

il

Pepe Reina portiere del Napoli
PUBBLICITA

Aronica, Paolo Cannavaro e Reina, a processo per rapporti con camorristi. Dieci mesi di squalifica per Cannavaro, quattro per Aronica, tre per Pepe Reina.

ARONICA, PAOLO CANNAVARO E REINA, A PROCESSO

Queste, a quanto trapela dal Tribunale di via Campania, le richieste della Procura federale dopo l’udienza del processo sportivo agli ex giocatori del Napoli accusati di aver avuto rapporti e scambiato favori con tifosi legati alla criminalità organizzata. Come riporta La Gazzetta dello Sport, tutto quanto è emerso da una indagine penale della Direzione distrettuale antimafia di Napoli (in cui i giocatori non risultano però indagati).

  BOLOGNA LAZIO - Match affidato a Giacomelli

LE ACCUSE

A Cannavaro, attualmente in Cina con il fratello Fabio, i procuratori contestano due circostanze: una intercettazione in cui due pregiudicati raccontano di usare la sua carta di credito e la cessione di due biglietti per lo stadio. A Reina, oggi al Milan, frequentazioni e facilitazioni considerate equivoche. Richieste ammende per i club e per gli altri deferiti e quattro mesi di squalifica per il team manager del Napoli De Matteis. L’impressione è che il Tribunale federale potrebbe emettere sentenze più miti.

MONDIALI 2018: INGHILTERRA – BELGIO

SEGUICI ANCHE SU GOOGLE EDICOLATWITTER E FACEBOOK

LA LAZIO ACQUISTA JALLOW DAL CHIEVO MA…


News

Gascoigne sulla Curva Nord: “La porterei con me all’Isola dei Famosi”

Pubblicato

il

Parole al miele di Paul Gascoigne sulla Curva Nord, alla vigilia della partecipazione dell’ex asso inglese all’Isola dei Famosi.

Così Gascoigne sulla Curva Nord: “La porterei con me sull’Isola, oltre a mio padre. Ho adorato quei tifosi. Quando guardo le partite della Lazio, penso sempre ai cori che mi dedicavano“. Una nuova esperienza per ‘Gazza’, dopo anni di buio: “Sono affondato e riemerso. Adesso vorrei mettermi il peggio alle spalle e trovare pace“. Poi, tornando sui tifosi biancocelesti: “Furono straordinari con me. A Roma ho trascorso tre anni e mezzo fantastici, nonostante l’infortunio. I ricordi più belli? Sicuramente il gol alla Roma nel derby. Ma anche quello al Pescara, dopo aver saltato quattro avversari“. Ricordi anche per gli ex compagni: in particolare Sclosa, Casiraghi e Signori, quelli con cui ha legato di più nella sua avventura capitolina. All’epoca sulla panchina biancoceleste c’era Dino Zoff: Gascoigne lo definisce una persona perbene, oltre che un mito del calcio. Infine, un pò a sorpresa, elogi per il ‘rivale’ sull’altra sponda del Tevere, Francesco Totti: “Un calciatore straordinario, che ha compiuto una grande impresa, un’intera carriera con una sola maglia“.

Continua a leggere