Seguici sui Social

News

INTER FIORENTINA – Partita molto tirata decisa nel finale

PUBBLICITA

Pubblicato

il

PUBBLICITA

L’anticipo del turno infrasettimanale della 6^ giornata di Serie A è stato Inter Fiorentina, terminata 2-1 per i nerazzurri. L’ottima partita della viola non porta punti causa un’ingenuità della difesa.

INTER FIORENTINA 2-1 – La gara di San Siro è stata a tratti spettacolare e ricca di ribaltamenti di fronte. A fine primo tempo è l’Inter a passare in vantaggio con un calcio di rigore decido da Mazzoleni con il Var per tocco di mano in area di rigore. Icardi non sbaglia al 45′ e si va al break con l’Inter in vantaggio. Nella ripresa la Fiorentina preme e trova il meritato pareggio con una sfortunata deviazione di Skriniar su tiro di Chiesa al 53′. Continua la viola ad attaccare l’Inter sembra alle corde: molte le occasioni sprecate con lo stesso Chiesa. Nel momento migliore l’Inter passa in vantaggio: su una rimessa laterale c’è un triangolo tra D’Ambrosio e Icardi che porta il primo a segnare il 2-1 al 77′. La Viola protesta vivacemente perché chiedeva un rigore non concesso e sul ribaltamento di fronte prende i gol. La Fiorentina mai doma prova a trovare il pareggio ma sbatte contro la difesa nerazzurra. L’Inter sale a 10 punti raggiungendo proprio la squadra di Pioli in classifica.

SEGUICI SU TWITTER

ROSSI VUOLE CONQUISTARE LA LAZIO


News

Gascoigne sulla Curva Nord: “La porterei con me all’Isola dei Famosi”

Pubblicato

il

Parole al miele di Paul Gascoigne sulla Curva Nord, alla vigilia della partecipazione dell’ex asso inglese all’Isola dei Famosi.

Così Gascoigne sulla Curva Nord: “La porterei con me sull’Isola, oltre a mio padre. Ho adorato quei tifosi. Quando guardo le partite della Lazio, penso sempre ai cori che mi dedicavano“. Una nuova esperienza per ‘Gazza’, dopo anni di buio: “Sono affondato e riemerso. Adesso vorrei mettermi il peggio alle spalle e trovare pace“. Poi, tornando sui tifosi biancocelesti: “Furono straordinari con me. A Roma ho trascorso tre anni e mezzo fantastici, nonostante l’infortunio. I ricordi più belli? Sicuramente il gol alla Roma nel derby. Ma anche quello al Pescara, dopo aver saltato quattro avversari“. Ricordi anche per gli ex compagni: in particolare Sclosa, Casiraghi e Signori, quelli con cui ha legato di più nella sua avventura capitolina. All’epoca sulla panchina biancoceleste c’era Dino Zoff: Gascoigne lo definisce una persona perbene, oltre che un mito del calcio. Infine, un pò a sorpresa, elogi per il ‘rivale’ sull’altra sponda del Tevere, Francesco Totti: “Un calciatore straordinario, che ha compiuto una grande impresa, un’intera carriera con una sola maglia“.

Continua a leggere