Seguici sui Social

News

STADIO DELLA ROMA La segretaria di Parnasi conferma la tesi della Procura

Pubblicato

il

PUBBLICITA

STADIO DELLA ROMA La segretaria di Parnasi conferma la tesi della Procura. La segretaria del costruttore Elisa Melegari ha dichiarato: “Ho visto il biglietto da visita di Lanzalone quando la Raggi voleva bloccare il progetto stadio”.

STADIO DELLA ROMA La segretaria di Parnasi conferma la tesi della Procura. È quindi fin dall’inizio che Luca Lanzalone, avvocato genovese ed ex presidente di Acea arrestato per corruzione il 13 giugno scorso, si propone di mediare fra Campidoglio e costruttori. Lanzalone era stato nominato consulente comunale (a Genova, ndr) e io l’ho associato a Grillo perché sapevo che aveva uno studio a Genova. Ho saputo poi che era diventato presidente Acea (accade ad aprile 2017, ndr) e Luca mi aveva chiesto di chiamare la sua segretaria per fissare con lui un pranzo. Dall’agenda visionata sul telefono è un appuntamento del giorno 11 maggio 2017″, continua la segretaria. Ne seguiranno altri diciotto, tutti fra Roma e Milano, molti in centro storico.

Le intercettazioni e i riscontri dei carabinieri riempiono gli spazi vuoti, quello che la Melegari non può colmare perché non sa: “Non conosco le ragioni dei rapporti di Luca Parnasi e Lanzalone”. Sta di fatto che nel giro di poco l’avvocato genovese si trasforma nel “Mr Wolf” del costruttore, l’uomo che risolve problemi per conto di Parnasi. Ruolo che gli verrà rapidamente riconosciuto. Il verbale, fin qui inedito della segretaria del costruttore, ha due immediate implicazioni. Primo: Lanzalone viene reclutato da subito per la funzione che riveste in Comune. Secondo: il no iniziale allo stadio da parte dei Cinquestelle è la molla che fa scattare questa esigenza. Non basta tuttavia.

GLI INCONTRI DI PARNASI

La bulimia relazionale di Parnasi che fa di tutto per non restare politicamente scoperto include una serie di incontri con Ferrara (ex capogruppo dei pentastellati, indagato per traffico di influenze) appunto: “Dall’agenda — spiega la Melegari al pm Barbara Zuin posso visionare un appuntamento il 16 gennaio 2018 al Trinity College alle 19. Se non ricordo male era presente anche Giulio Mangosi. Rilevo un altro appuntamento il 26 gennaio alle ore 11.30 in Parsitalia con Parnasi, Mangosi e Luca Caporilli. Ricordo comunque alcuni appuntamenti con Ferrara a Ostia”. Nei giorni scorsi i magistrati hanno deciso di chiedere il processo con rito ordinario per gli indagati (ai quali si sono aggiunti nuovi politici e funzionari): “Decisione apprezzabile — commenta il difensore di Parnasi, Emilio Ricci — il tempo giocherà in nostro favore”.

LAZIO DOPO IL RUGBY SEMPRE ALL’OLIMPICO

SEGUICI ANCHE SU GOOGLE EDICOLA, TWITTER E FACEBOOK

LACRONACADIROMA.IT – SEGUI ANCHE LA NOSTRA PAGINA FACEBOOK

NOVITA’ NEL SETTORE GIOVANILE LAZIO


Pubblicità

Conferenza stampa

Inzaghi parla in conferenza prima del derby. Un mister serio e ambizioso. Ave Lazio!

Pubblicato

il

inzaghi

Il tecnico della Lazio Simone Inzaghi ha parlato in conferenza stampa alla vigilia del derby della capitale.

E’ una gara importante. E’ la gara più importante di ogni stagione, quella più sentita in città, quella che finché non si rigiocherà un altro derby segnerà il destino di una o dell’altra tifoseria. Il derby è alle porte e il nostro mister ha parlato in conferenza stampa sicuro come sempre
sapendo che “Domani non sarà una partita come le altre”. La Lazio ha sicuramente un posto in Europa League ma vorrebbe fare l’impresa di arrivare in Champions sperando in qualche passo falso delle altre pretendenti. “Chiederò ai ragazzi tanta umiltà, quella che poi ci ha permesso di recuperare posizioni nel girone di ritorno”. Il rinnovo contrattuale adesso non è importante e il tecnico lo sa bene perché ora vuole concentrarsi solo sulla gara di domani.

Le fatiche di coppa e Immobile

Inzaghi poi si sofferma sulle parole del suo bomber “Certo abbiamo pagato le fatiche di coppa e il girone di andata non è stato dei migliori però dai abbiamo sempre fatto oltre 70 punti e anche quest’anno vogliamo ripeterci”. Poi riguardo la formazione di domani Inzaghi non si sbilancia ma elogia il suo attaccante Ciro Immobile: “Ciro è un leader e dopo la gara contro il Parma ha detto cose giuste. Sono orgoglioso di allenare un giocatore come lui da cinque anni. Poi in conclusione una breve parentesi sul derby che ricorda con più affetto: “Il derby che ricordo con affetto è quello terminato 2 a 1 nel 2000. In classifica eravamo dietro la Juventus e nel derby perdevamo uno a zero ma poi, grazie alle reti di Nedved e Veron ribaltammo il risultato”. Forza mister, siamo tutti con lei. ! Forza Lazio!
Davide Sperati

Continua a leggere

Articoli più letti