Seguici sui Social

News

Lazio così non va bene, diventi una preda per le big

PUBBLICITA

Pubblicato

il

PUBBLICITA

Lazio così non va bene – Ancora una volta i biancocelesti sono riusciti a farsi battere in un big match

Che la Lazio abbia dei problemi si evince ma emergono sopratutto quando affronta i big match. I calciatori entrano in campo troppo molli e con la convinzione di non poter portare a casa i tre punti. Questo è quello che emerge in ogni scontro diretto. Ieri la vittoria sarebbe stata un’opportunità davvero ghiotta. Avrebbe consentito alla Lazio di mettere la Roma alle spalle con un +6, la stessa Inter a +2 e di raggiungere il Napoli che gli sarebbe stato solamente un punto avanti. Ma invece i ragazzi come al solito hanno perso lo scontro. La difesa non è stata delle migliori, il primo gol è frutto di errori individuali grossolani.

Rimpallo su Politano che ha tutto il tempo di decidere a chi passare al pallone, lo crossa per Perisic che si trova da solo in area senza contrasto e la passa al centro dove Luiz Felipe si fa fregare da Vecino che sfiora leggermente la palla passandola ad Icardi, solo davanti al portiere e non sbaglia. Perché per lui sbagliare un’occasione del genere non si può, al contrario di Immobile che nel primo tempo sullo 0-0 ha una grande opportunità che per mancanza di forze o altro, non riesce a sfruttare. Si fa raggiungere da Miranda che salva. Così come contro la Roma, metà primo tempo giocato e poi buio totale. Lazio così non va bene, è arrivato il momento di vincere anche con le big e non solo contro le squadre minori. Ieri anche un pareggio sarebbe stato importante, mentre nel secondo tempo sono rientrati senza voglia e senza il grinta che il popolo laziale invece ha messo per attraversare la città con il maltempo e presentarsi allo stadio per sostenerli. Il 20 maggio per la squadra non è stato importante, una squadra ieri avrebbe dovuto spazzare via l’Inter.

  Lazio Radu torna ad allenarsi: Juventus e Bayern nel mirino

SEGUICI SU FACEBOOK

LE PAROLE DI PAROLO


News

Gascoigne sulla Curva Nord: “La porterei con me all’Isola dei Famosi”

Pubblicato

il

Parole al miele di Paul Gascoigne sulla Curva Nord, alla vigilia della partecipazione dell’ex asso inglese all’Isola dei Famosi.

Così Gascoigne sulla Curva Nord: “La porterei con me sull’Isola, oltre a mio padre. Ho adorato quei tifosi. Quando guardo le partite della Lazio, penso sempre ai cori che mi dedicavano“. Una nuova esperienza per ‘Gazza’, dopo anni di buio: “Sono affondato e riemerso. Adesso vorrei mettermi il peggio alle spalle e trovare pace“. Poi, tornando sui tifosi biancocelesti: “Furono straordinari con me. A Roma ho trascorso tre anni e mezzo fantastici, nonostante l’infortunio. I ricordi più belli? Sicuramente il gol alla Roma nel derby. Ma anche quello al Pescara, dopo aver saltato quattro avversari“. Ricordi anche per gli ex compagni: in particolare Sclosa, Casiraghi e Signori, quelli con cui ha legato di più nella sua avventura capitolina. All’epoca sulla panchina biancoceleste c’era Dino Zoff: Gascoigne lo definisce una persona perbene, oltre che un mito del calcio. Infine, un pò a sorpresa, elogi per il ‘rivale’ sull’altra sponda del Tevere, Francesco Totti: “Un calciatore straordinario, che ha compiuto una grande impresa, un’intera carriera con una sola maglia“.

Continua a leggere