Seguici sui Social

Articolo copertina

LAZIO INTER LE PAGELLE – Con le big è notte fonda

PUBBLICITA

Pubblicato

il

PUBBLICITA

Lazio Inter le pagelle del match. Ecco i voti del monday night dell’Olimpico valido per la 10^ giornata di Serie A.

Lazio Inter le pagelle: partita da dimenticare per la squadra di Inzaghi. Nessuna reazione e pessima qualità nelle giocate: i biancocelesti perdono ancora uno scontro diretto con una big. Per l’Inter solito Icardi e uno Spalletti intelligente che non permette il gioco sulle fasce ai ragazzi di Inzaghi.

LAZIO (3-5-2)

Strakosha 5 – Sul primo gol dell’Inter non può nulla ma sul tiro dalla distanza di Brozovic si lascia sorprendere colpevolmente. All’albanese non riesce da tempo la parata decisiva nelle grandi sfide.

Luiz Felipe 4,5 – Si fa scappare gli avanti nerazzurri in più occasioni, la sua prestazione è mediocre come quella dei suoi compagni di reparto. Evidente il suo errore sul secondo gol di Icardi: la sua posizione era troppo accentrata.

Acerbi 5 – Stasera non il solito difensore roccioso, soffre le imbucate dei centrocampisti dell’Inter e alla fine il suo reparto rimedia 3 gol.

Radu 6 – L’ultimo a mollare: l’unico in campo che ha dimostrato di essere arrabbiato per le sorti della partita. Esce stremato a dieci minuti dal triplice fischio. Al 77′ Bastos s.v.

Marusic 4,5 – Nullo in fase propositiva e non impeccabile in quella difensiva: un giocatore che non può giocare titolare con la maglia della Lazio, una squadra che ambisce alla Champions League.

Parolo 5 – Il suo tallone d’Achille oggi è stato il dinamismo,suo marchio di fabbrica: si fanno sentire le scorie della gara

  Lazio all'assalto del Bayern con le ali della Curva Nord - FOTO

Badelj 5 – Rimane sul terreno verde solo mezz’ora poi è costretto ad alzare bandiera bianca: la sua condizione fisica è ancora un problema e in campo si vede. Dal 32′ Cataldi 5 – Prova a dare geometrie al centrocampo in assenza di Leiva ma non riesce a produrre gioco anche per effetto di una giornata storta di tutta la squadra.

Milinkovic 5,5-Parte bene nel primo tempo servendo ottimi palloni per le punte laziali ma poi cala alla distanza. Lui è la controfigura di quello che abbiamo visto lo scorso anno.

Lulic 5 – Il capitano biancoceleste oggi in estrema difficoltà non riesce a proporre la solita spinta offensiva: fuori fase.

Caicedo 5 – Il suo ruolo è quello di attaccante ma stasera non sembra così: non tocca un pallone nella sua partita che dura 68′. Al 69′ Correa 6 – Il suo impatto sulla gara è positivo, prova qualche spunto ma ormai è troppo tardi: il risultato è compromesso.

Immobile 5 – Il bomber laziale non è in giornata e si capisce subito quando nel primo tempo si fa rimontare da buona posizione da Miranda. Troppo nervoso naufraga insieme ai compagni.

All. Inzaghi 5 – La sua Lazio naufraga ancora contro una big. Poi una domanda mister: perché mettere in campo Badelj in quelle condizioni? Per vincere con le squadre di livello servono i dettagli, quelli che la Lazio dimostra di non curare.

INTER (4-2-3-1): Handanovic 6,5, Vrsaljko 6,5, Skriniar 6,5, Miranda 6,5, Asamoha 6,5; Vecino 7, Brozovic 7,5, Politano 6 all’87’ Keita s.v.; Joao Mario 6 al 56′ Borja Valero 6,Perisic 6,5; Icardi 8. Spalletti 7.

 

SEGUICI SU TWITTER

LE PAROLE DI TARE

 


Articolo copertina

BOLOGNA LAZIO Inzaghi: “Deluso dalla reazione, ora testa al Toro”

Pubblicato

il

Lazio inzaghi

BOLOGNA LAZIO Inzaghi – Al fischio finale, il tecnico biancoceleste ha commentato la sconfitta per 2-0 contro i rossoblu

BOLOGNA LAZIO Inzaghi: “Credo che una squadra ambiziosa e forte come la nostra debba essere diversa. Può capitare di subire un gol che non ti aspetti ma bisogna reagire con più cattiveria. Le partite sono condizionate dagli episodi, abbiamo condotto la gara ma siamo a qui commentare una sconfitta per 2-0. Delle ultime partite, questa paradossalmente è quella in cui abbiamo sofferto meno. Bisogna essere bravi a voltare pagina e dobbiamo ragionare di partita in partita. Cosa mi preoccupa? Sicuramente la reazione della squadra a un momento difficile, abbiamo tenuto il campo facendo una buona gara, ma questo non è l’atteggiamento giusto. Questa è una sconfitta che fa male in ottica classifica e non doveva accadere. Ora dobbiamo lasciarci alle spalle queste due sconfitte e guardare subito avanti, a cominciare dalla gara col Torino di mercoledì. Difesa non in forma? Sicuramente abbiamo subito qualche gol in più del previsto, abbiamo subito 11 gol in più dell’anno scorso in questo momento e dobbiamo lavorare su questo aspetto”. Così Simone Inzaghi ai microfoni di Sky Sport.

Continua a leggere