LAZIO CHIEVO LE PAGELLE – Follia all’Olimpico: la Champions non la meritiamo!

Lazio Chievo le pagelle: atteggiamento indecente della squadra che cede a una retrocessa. Nel finale una reazione che ha portato a un pugno di mosche. Champions non meritata: quest’anno non bisogna parlare di arbitraggi ma le colpe sono solo nostre.

LAZIO (3-5-2)

Strakosha 5 – Sul primo gol clivense non poteva fare nulla, sul secondo è molto goffo e accompagna la palla in rete. In confusione come il resto dei compagni.

Patric s.v. – Lascia il campo quando Inzaghi è costretto a mettere una pezza alla sciocchezza di Milinkovic che si è fatto cacciare. Al 38′ Parolo 5,5 – Chiamato in campo da Inzaghi a dar sostanza fa il suo ma in 10 non era facile.

Acerbi 6 – Ha provato fino all’ultimo ad aiutare la squadra: si getta in avanti e si procura anche delle punizioni. I suoi compagni però non lo aiutano.

Radu s.v. – Il romeno non è al meglio e deve alzare subito bandiera bianca. Al 16′ Luiz Felipe 5,5 – Il brasiliano si destreggia nella difesa a 4: un po’ svagato come tutta la retroguardia laziale sui gol degli avversari.

Marusic 5 – Altra topica del montenegrino: si lascia scavalcare sul cross che porta al secondo gol del Chievo. Giocatore non all’altezza.

Milinkovic 4 – Imperdonabile, inaccettabile, senza senso chi più ne ha più ne metta. Il fallo di reazione del serbo lascia la squadra in 10 nel primo tempo. Perché Sergej?

Badelj 5,5 – Il suo passo è la fotografia della Lazio di oggi: lento, compassato e senza geometrie. Al 57′ Correa 7 – Una vera spina nel fianco per la difesa del Chievo: propizia il gol di Caicedo, prende un palo nel finale.

Luis Alberto 5,5 – Pochi lampi per lo spagnolo che non riesce ad accendere le due punte Immobile e Caicedo.

Durmisi 5 – Un giocatore né carne né pesce: cross sbagliati e poco altro. Il suo apporto alla squadra è stato nullo.

Caicedo 6,5 – Il migliore dei suoi in attacco, peccato che il suo gol non serva ad evitare la sconfitta.

Immobile 5,5 – Ci ha provato oggi ma con scarsa precisione. I suoi gol mancano tanto alla squadra. Involuzione ormai preoccupante.

Simone Inzaghi 5 – Perdere con il Chievo era l’ultima cosa che i laziali potevano aspettarsi: la sua squadra è troppo nervosa con Milinkovic in primis. Blackout dopo il primo gol del Chievo: la Champions si allontana per demeriti nostri. Basta alibi degli arbitraggi!

SEGUICI SU TWITTER