Solita Lazio o qualcosa cambierà? Settembre ci dirà chi sono i biancocelesti!

Uno scivolone inaspettato, una doccia non fredda ma ghiacciata. La Lazio è caduta inspiegabilmente a Ferrara con la Spal dopo un secondo tempo davvero deludente. C’è chi invoca le solite amnesie e una Lazio che non è cresciuta chi è più prudente e crede a una Lazio in corsa per un posto Champions. Settembre potrebbe dirci molto.

Tifosi della Lazio increduli per la sconfitta in quel di Ferrara. Le aspettative sulla squadra di Inzaghi erano molto e invece dopo 3 giornate di campionato la squadra di Inzaghi si trova ferma a 4 punti in classifica. Inaccettabile in particolar modo il secondo tempo contro la Spal dove la squadra è sembrata svuotata e sulle gambe trafitta due volte dai modesti avversari.

Tutti ci stiamo chiedendo se qualcosa è cambiato rispetto agli anni scorsi dove questa squadra (i giocatori in fondo sono gli stessi) ha perso in casa con il Chievo retrocesso oppure si è fatta rimontare in 10 minuti dal Salisburgo in Europa League o peggio ancora sconfitta in casa dall’Inter nello spareggio Champions. Quello che manca sembra essere la personalità e la mentalità di chiudere le partite a tutti i costi. Perché se il primo tempo ieri fosse terminato con uno 0-3 nessuno avrebbe potuto dire nulla.

Invece Semplici ha cambiato il modulo e ha rovinato i piani di mister Inzaghi che nel post partita si è preso le colpe della sconfitta. I tifosi chiedono a gran voce una Lazio più decisa sotto porta e cinica. Tanto il malcontento per una squadra che dice di voler lottare per la Champions e invece inciampa sempre in queste sconfitte inspiegabili.

Quindi dovremmo aspettarci la solita Lazio sciupona oppure ci sarà quest’anno un’inversione della rotta? Attendiamo settembre per farci un’idea più precisa e capire se questa squadra è cresciuta oppure sarà sulla stessa lunghezza d’onda degli anni passati. La Spal potrebbe essere un incidente di percorso ma ora Inzaghi e i suoi ragazzi devono alzare l’asticella: il prossimo impegno sarà il Cluj e sarà fondamentale partire bene in Europa League. Poi sotto con il campionato: ci sarà già da recuperare terreno.

SEGUICI SU TWITTER

LOTITO INCONTRA LA RAGGI