Seguici sui Social

News

LAZIO Mihajlovic: “Sconfitta meno dolorosa? Quella con la Lazio”

Pubblicato

in

Mihajlovic allo stadio Olimpico


LAZIO Mihajlovic parla a 360 gradi tra la quarantena, il calcio e la Lazio

Pubblicità

LAZIO Mihajlovic parla così dello scudetto e la possibile ripresa del campionato:

Campionati: “Spero vivamente che riusciremo a finire tutto. Tutti vogliono che ciò accada, per fare ciò, bisognerà spostare gli Europei al 2021. Ritengo giusto completare ciò che si è iniziato. Non potremo ricominciare subito, bisognerà riprendere piano piano la forma, ci vorranno alcune settimane per far sì che i giocatori riescano a riprendere la condizione. Vorrà dire che faremo meno vacanze estive. Il campionato bisognava fermarlo prima. Non si è capito subito il pericolo che si correva. Ormai mi sento quasi italiano dopo anni e anni vissuti qui, però ancora non capisco come mai certe decisioni vengano prese a metà, c’è poco coraggio”.

“Se posso dare un consiglio a tutti, vivete il finale di stagione tutto d’un fiato, con grande passione. Non bisognerà pensare a chi avrà guadagnato da questo stop, chi invece ci ha perso o altre cose del genere, viviamocelo tutto, perché quando ritornerò dopo tutto ciò, sarà ancora più bello”.

Lazio: “Come sto vedendo la Lazio? Beh, molto bene, sta giocando un campionato strepitoso. Quando abbiamo giocato all’Olimpico mi sono emozionato molto per la festa che ho ricevuto, è stato bello. Ringrazio i tifosi ma anche la società, perché quando sono arrivato allo stadio ho trovato tutte le mie maglie indossate negli anni biancocelesti, sotto teca, stavano lì per essere mostrate, non credo che a tutti riservino questo omaggio, quindi ringrazio. Ammetto che quella contro la Lazio è stata la partita che mi è spiaciuto perdere meno. Se può vincere lo scudetto? Se il mio Bologna alla ripresa del campionato batterà la Juventus, sì”.

Quarantena: “Stare in casa una condanna? No, io a casa sto bene, lo trovo piacevole, però non voglio dire che sia giusto così, magari non a tutti piace starci per tutto il giorno. Ad esempio mia moglie, si è messa a fare l’uncinetto, fa certi chilometri tra cucina, camera, salone… ne percorre più lei che alcuni giocatori in campo! Sembra un leone in gabbia. Dopo due mesi passati all’ospedale, le guerre che ho passato, rimanere a casa con la propria famiglia vedendo una tv, stando sul divano rilassato è veramente bello. Dopo la malattia tutto ha ripreso valore per me e mi sembra sempre bella. Apprezzo tutti i singoli momenti della vita”.

“La sera guardo dei film o le serie tv, non appena mia moglie se ne va a letto. Poi passo il tempo leggendo, giocando ai videogiochi, al telefono, non è tanto male, diciamo che ci sarebbe di peggio… Ci chiedono di fare questo, stare praticamente in casa facendo tutto ciò, bisogna ascoltarli, ci sarebbe di peggio rispetto a questo, gli ospedali iniziano ad essere pieni”.

SEGUICI SU FACEBOOK

ROMA LAZIO 0 2 CON IL MITO PIOLA

Continua a leggere
Pubblicità
Pubblicità