Seguici sui Social

Articolo copertina

CORONAVIRUS Uefa detta linee guida per la ripresa del calcio

Pubblicato

in

Lo stemma della Uefa organizzatrice di Champions League, Europa League ed Europei


CORONAVIRUS Nella videoconferenza tenutasi questa mattina l’Uefa ha dettato alle varie Federazioni europee le linee guida per la ripresa del calcio post emergenza.

Pubblicità

CORONAVIRUS La Uefa detta le linee guida a cui le varie federazioni nazionali dovranno attenersi per la ripresa del calcio dopo l’emergenza in corso. Il massimo organo europeo ha stablito di dare assoluta priorità allo svolgimento delle competizioni nazionali, da terminarsi presumibilmente entro il 3 Agosto. Il mese di Agosto sarà poi destinato al completamento di Champions ed Europa League.

AMMISSIONE ALLE COPPE EUROPEE

La Uefa ha inoltre sottolineato che l’ammissione alle coppe europee per la prossima stagione dovrà sempre basarsi sul merito sportivo. Da qui la richiesta alle federazioni di terminare le competizioni nazionali, anche con un cambio di format in corsa. La Uefa stessa ha comunque precisato che “se una competizione nazionale viene prematuramente interrotta per motivi legittimi, richiederebbe alla Federazione interessata di scegliere le squadre per le competizioni UEFA per club 2020/21 in base al merito sportivo nelle competizioni nazionali 2019/20“.

SUBITO LIQUIDITA’ PER I CLUB

In un comunicato, la Uefa ha inoltre dichiarato di aver sbloccato 70 milioni di euro per i club che hanno fornito giocatori alle varie Nazionali. Il comitato esecutivo dell’Uefa ha così deciso di elargire immediatamente i pagamenti dei compensi dei club relativi al loro contributo alle competizioni delle squadre nazionali. Questo alla luce dell’attuale crisi e delle difficoltà finanziarie che molti club stanno affrontando in tutta Europa. Così il Presidente Ceferin: “In questi tempi difficili in cui molti club si trovano ad affrontare problemi finanziari, in particolare con il loro flusso di cassa, era nostro dovere assicurarci che i club stessi ricevessero questi pagamenti il più rapidamente possibile“.

 

Continua a leggere
Pubblicità