Seguici sui Social

News

LAZIO Scanzi attacca, “Osho” risponde

Pubblicato

in

Andrea Scanzi


Infuria la polemica tra il laziale ideatore della pagina “Le più belle frasi di Osho” e il giornalista

Botta e risposta tra il grande tifoso laziale Federico Palmaroli, ideatore della pagina “Le più belle frasi di Osho”, e il giornalista Andrea Scanzi: “? No, le frasi del fasho!Conoscerete in molti Le più belle frasi di Osho. Tanti tra voi però non sanno chi si celi dietro quelle frasi e quella satira. Ve lo dico io. Federico Palmaroli. 47 anni, impiegato. Nato a Roma. Cresciuto a Monteverde. Tifoso della Lazio. Padre dirigente d’azienda, madre casalinga. Da giovane (lo ha raccontato lui stesso a Repubblica) vota prima per il Movimento Sociale e poi per la destra sociale. Intervistato un anno e mezzo fa dal Corriere della Sera, il Palmaroli frignò così: «Io, autore delle frasi di Osho, di giorno faccio l’impiegato. Dicono sia di destra e mi emarginano». Attenzione: ‘dicono sia di destra’. Ma lo dicono gli altri, eh, perché mica è vero. Palmaroli – ce lo garantisce lui – è uomo libero e super partes. Ora, per carità: è giusto che chiunque abbia le sue simpatie. Ma se c’è un ambito che deve essere libero, quello è la satira. Puoi essere di sinistra o di destra, ma NON PUOI partecipare a eventi elettorali. Non se fai satira. È secondo me neanche se sei giornalista (in questi giorni ho detto ‘no’ a tutti gli inviti ricevuti per moderare eventi elettorali di sinistra e M5S). Altrimenti presti la satira al potere, qualsiasi potere, e questo fa di te un cortigiano. Puoi fare tutto, ma gli eventi elettorali a favore di una lista (qualsiasi lista) NO. Puoi schierarti per un quesito referendario, ma per una lista (qualsiasi lista) NO. È qualcosa di grave e imperdonabile. E invece il Palmaroli, l’uomo libero Palmaroli, il satirico integerrimo Palmaroli, quello che al Corriere della Sera frignava perché “dicono sia di destra” ma non è vero mica, che fa? 1. Lavora e scrive per Il Tempo, ovvero il giornale più marginale e caricaturale nella galassia del sovranismo de noantri, e sui social difende a spada tratta il suo Dux Bechis. Il che, di per sé, mette malinconia, perché se diventi una sorta di “Bondi di Bechis” fai tenerezza. 2. Soprattutto: il Palmaroli, cioè “Le più belle frasi di Osho” (come fa scrivere sui manifesti), sta facendo campagna elettorale per Fratelli d’Italia in Toscana (e magari non solo in Toscana). Partecipa proprio a eventi e cene elettorali (vedi foto 2 e 3) per i post-fascisti. Palmaroli finge di fare satira, ma non è che un fiancheggiatore della destra. Se siete iscritti alla sua pagina e vi va bene così, ottimo. Vi accontentate di poco. Se non lo sapevate e lo credevate libero, qualche domanda ponetevela. Questa non è satira: è propaganda para-fascista. Null’altro che Istituto Luce 2.0.”.

Scrivendo su Facebook, ‘Osho’ ha così replicato: “Gli sarebbe bastato fare una ricerca più approfondita e avrebbe trovato anche locandine e foto di eventi targati PD, Arci, e (udite udite) 5 stelle (Campagna elettorale della Lombardi per la Regione Lazio e Italia a 5stelle a Napoli lo scorso anno). E sempre per fare un minispettacolino di satira e quasi sempre in amicizia. Povero buffone di regime, informati prima di sparare cazzate. Te lo dico io qual è il tuo problema (anzi, uno dei tanti): finché menavo duro sul PD e per questo venivo considerato filogrillino, te piacevo (nel corso di un programma mi facesti anche i complimenti), ora che al governo ci stanno i tuoi amici insieme ai tuoi ex nemici (e la satira, si sa, colpisce soprattutto il potere), te ce rode”. Palmaroli ha poi aggiunto: “NO alla discriminazione laziale” e ancora: “Caro ‘nulla con lampi di imbecillità’, nella stessa intervista dissi anche di aver votato la Raggi alle amministrative (ma questo ovviamente non lo riporti) e poi di aver perso interesse alla politica se non per la mia attività attuale, che la politica la percula, invece de leccaje er culo come fai tu. Io sono andato a ogni evento in cui sono stato invitato, pre-elettorale o no, senza stare a guardare i sondaggi e il piu delle volte a gratis. Solo per il gusto di far sorridere le persone. Sono stato anche alla festa della Lombardi pre-elezioni regionali in un momento ancora florido per i 5stelle, tanto per sottolineare l’ennesima cazzata che hai scritto. Volevi farmi levare qualche like perché sei invidioso dei follower organici dal momento che tu li devi comprare? Bravo. Un centinaio li ho persi. Hai vinto. Te sei assicurato la sega di stasera”.

Continua a leggere
Pubblicità

News

Riapertura stadi – Gravina: “1000 persone sono poche”

Pubblicato

in



Riapertura stadi – Per le prossime partite di Serie A, saranno 1000 gli spettatori che potranno recarsi presso gli impianti sportivi

Riapertura stadi – In questo senso, nella giornata di oggi si è espresso il Presidente della Figc Gabriele Gravina: “C’è un’esigenza generale del nostro Paese, quella di tornare alla normalità. Vogliamo tutti riprendere la cadenza della nostra vita in tutti i settori. È necessario tornare a coltivare le nostre passioni. Non c’è nulla ancora di graduale, 1000 spettatori sono pochi, ma è comunque importante ripartire, anche in B e C. Il calcio ha dimostrato grande responsabilità e con i comportamenti ha anche dimostrato di meritare fiducia. Vogliamo riaprire gli stadi a più gente. Durante alcune amichevoli estive si sono fatti passi avanti. La gradualità deve essere proporzionale, altrimenti ci sarebbero tanti problemi, anche nelle serie minori. Il rispetto del distanziamento sociale è fondamentale. Il protocollo sui tamponi? Penso che il Cts ci darà ragione, mi auguro che in settimana la situazione possa sbloccarsi e si possa allentare la presa”. Così Gravina ai microfoni di Radio Anch’io Sport.

Continua a leggere

Articoli più letti

Come disattivare il blocco della pubblicita per Cronache della Campania?