Seguici sui Social

News

Lazio Pedullà su Acerbi: “Ha ancora 3 anni, assurdo il rinnovo”

Pubblicato

il

acerbi
PUBBLICITA

Lazio Pedullà su Acerbi – Il noto esperto di mercato Alfredo Pedullà, ha parlato della vicenda Lazio-Acerbi degli ultimi giorni

Lazio Pedullà su Acerbi – La questione che tiene in banco nelle ultime ore è quella legata alle parole di Acerbi dal ritiro della Nazionale, il difensore ha praticamente lanciato una vera e propria bomba dopo gli arrivi di Fares e Muriqi che hanno messo in allarme i tifosi. A parlare di questa situazione è Alfredo Pedullà nel suo editoriale su Gazzetta.it: “Come possiamo vedere, ormai è difficile fare contratti da più di tre anni. Lui ha ancora davanti a sé tre anni di contratto avendolo in scadenza nel 2023 e non deve rinnovarlo entro domani o dopodomani ma, si dice comunque indispettito per il trattamento ricevuto”.

CONTINUA

“Traduzione delle sue parole ovvero che vorrebbe guadagnare 3 milioni a stagione ma la Lazio offre di meno. Al momento con i 3 anni di contratto siglati è difficile che possa trattare con qualcuno, non ne ha le possibilità. Si parla di Inter, ma ormai ha acquistato Kolarov e non ha bisogno di un altro difensore. Ormai continuare a siglare contratti da 4-5 stagioni è inutile perché ecco, ne abbiamo la prova, dopo un anno buono o due vengono subito a bussare per chiedere un adeguamento creando tantissimi problemi. Il rinnovo di Immobile si può capire, gli consentirà di chiedere al meglio la carriera ma affrontare un caso Acerbi ogni anno, diventa dura”.


Pubblicità

News

FIORENTINA LAZIO INZAGHI: “Champions? Il calcio è imprevedibile…”

Pubblicato

il


Fiorentina Lazio Inzaghi deluso per il risultato di questa gara che complica tantissimo la corsa Champions della squadra.

Inzaghi ai microfoni di Dazn: “Partita dura, lo sapevamo. C’è delusione per il primo tempo: l’occasione sprecata da Correa e il loro gol sul quale dovevamo difendere meglio. Non dovevamo assolutamente andare in svantaggio. È mancata velocità nel giro palla, loro hanno difeso bene. Champions? In queste ultime quattro gare ce la metteremo tutta, il calcio è bello perché è imprevedibile. Milinkovic si è rotto il setto nasale. Il secondo tempo non è più stata una partita di calcio, tra cambi e infortuni, abbiamo giocato venti minuti.  Andiamo avanti a testa alta, saremo nelle coppe europee anche l’anno prossimo, ma ci rimane l’amaro in bocca per il primo tempo”.

Continua a leggere

Articoli più letti