Seguici sui Social

News

LAZIO BORUSSIA Arbitro, ufficiale la designazione. E c’è un precedente

PUBBLICITA

Pubblicato

il

PUBBLICITA

LAZIO BORUSSIA Arbitro, ufficiale la designazione. E c’è un precedente…

LAZIO BORUSSIA Arbitro – Dopo la brutta figura a Genova, per i biancocelesti è tempo di tuffarsi nella Champions League. Alle porte c’è infatti l’esordio nel girone F, martedì alle 21 allo stadio Olimpico. A dirigere la gara sarà l’arbitro francese Clement Turpin. 38 anni, nato a Oullins, non è un nome nuovo nell’universo biancoceleste: arbitrava lui nella gara di Europa League giocata all’Olimpico contro il Trabzonspor. Il match, disputato il 12 dicembre 2013, terminò con uno scialbo 0-0, tra i fischi dell’Olimpico: il risultato relegò infatti i biancocelesti, seppur qualificati, al secondo posto nel girone, dietro proprio ai turchi.


News

Lulic chiama Inzaghi: “I big qualche partita potrebbero saltarla…”

Pubblicato

il

Lazio Lulic

Non è piaciuta a nessuno la partita di ieri contro il Bologna. Arriva il mea culpa anche di un senatore biancoceleste: Lulic chiama Inzaghi e invoca cambi di formazione per far rifiatare i giocatori.

Lulic a Sky Sport: “Sicuramente è mancata la reazione anche perché i rigori si possono sbagliare. Oggi siamo andati in difficoltà davanti alla porta e non siamo riusciti a fare gol. Non so se abbiamo digerito la sconfitta con il Bayern ma questa era un’altra partita e se vogliamo rigiocare in Champions il prossimo anno queste cose non devono succedere. Abbiamo preso gol da una rimessa laterale e non può succedere, ma comunque ci sono tante partite ancora in cui possiamo dimostrare che non siamo quelli di stasera. Dopo due sconfitte in pochi giorni qualche domanda dobbiamo farcela, analizzando cosa abbiamo sbagliato per non ripetere questi errori. Il rapporto tra noi è ottimo, anche con i nuovi arrivati. Pereira è un giocatore forte che ha bisogno di tempo, quest’anno non ha giocato molto e mi auguro che riesca a darci una mano perché è bravo. I nuovi se hanno l’occasione danno tutto quando scendono in campo, ma è difficile giocare quando davanti a te hai Milinkovic o Luis Alberto. Penso comunque che ogni tanto anche a loro saltare una partita farebbe bene”.

Continua a leggere