Lazio, la difesa barcolla ma è la condizione dei leader quello che preoccupa

“Una prestazione inaccettabile” questo il commento a caldo di mister Simone Inzaghi dopo la batosta con la Sampdoria. Lazio così non va: serve ripartire.

Dopo il 3-0 con la squadra di Ranieri la Lazio è chiamata a reagire. Questa squadra dopo il lockdown è irriconoscibile: sterile in attacco e molto fragile in difesa. Perché se ieri a Genova le assenze erano pesantissime la squadra di Inzaghi ha comunque perso smalto rispetto alla splendida cavalcata dello scorso anno prima dello stop al campionato. Il mercato non ha aiutato per nulla Simone Inzaghi che chiedeva a gran voce difensori all’altezza delle tre competizioni. Hoedt non può essere il salvatore della patria soprattutto in un reparto che ha evidenti limiti. Quello che preoccupa di più è però la condizione psico-fisica dei leader di questa squadra: se Immobile era squalificato ieri sono mancati Luis Alberto e Milinkovic. Davvero sulle gambe, nessun guizzo e soprattutto nessuno scatto d’orgoglio nel momento in cui la Sampdoria infilava Strakosha per ben 3 volte. Martedì arriva la Champions: il Dortmund è davvero un avversario ostico e la Lazio dovrà evitare assolutamente brutte figure in attesa che torni il sereno e l’aquila possa tornare a volare.

 

Da non perdere

Iscriviti alla Newsletter

Per le ultime notizie sulla Lazio iscriviti alla newsletter. E' GRATIS