Seguici sui Social

Primo Piano

PUBBLICITA

UCL PAGELLE LAZIO ZENIT – Ciro, gol da cineteca. Hoedt e Correa da applausi

Avatar

Pubblicato

il

Immobile 2

Quarta giornata della Uefa Champions League. Pagelle Lazio Zenit

Pagelle Lazio Zenit

REINA 6.5 – Seppur inoperoso per quasi tutto il match, infonde sicurezza ai compagni di reparto. E’ uomo spogliatoio e veterano da cui si può solo imparare. Incolpevole sul gol subito, sempre pronto a dare consigli ai difensori. Prezioso.

PATRIC 6.5 – Solita partita ordinata dello spagnolo senza sbavature. Quando è necessario spazza come se non ci fosse un domani. Sicurezza. Dal 60′ LUIZ FELIPE 6 – Buona sgambata per il ritorno in campo dopo lo stop forzato.

HOEDT 7 – Una delle migliori partite da quando è tornato a Roma. La Champions sembra dargli motivazioni in più e lui non tradisce la fiducia del mister. L’olandese domina siia sulle palle alte che sugli anticipi, lasciando le briciole agli attaccnti russi. Dominatore.

ACERBI 6.5 – Il leone schierato braccetto di sinistra ormai non fa più notizia: gioca bene ovunque venga schierato. Crrca spesso il fondo per sfornare cross, quasi sempre precisi. Commette però un errore di marcatura su Dzyuba in occasione del gol dello Zenit, lasciandogli tutto lo spazio per la girata vincente.

LAZZARI 6.5 – Inserimeni perfetti quest’oggi, ma la solita pecca: la mancata freddezza sottoporta. Sbaglia un gol già fatto sul finire del primo tempo a tu per tu con il portiere . Si riscatta nella ripresa con il suo guizzo vincente nell’azione che porta al rigore del 3-1. Dal 67′ FARES s.v.

PAROLO 7 – E’ nel suo magic moment. Dopo la bella prova a Crotone condita da un assist, questa sera sigla un bel gol dal limite dell’area con una staffilata di destro che lascia senza scampo il portiere avversario. Tanta sostanza e copertura davanti alla difesa. Sfiora anche il raddoppio, esce per stanchezza. Rinato. Dal 60′ AKPA AKPRO 6.5 – Corsa e sostanza al servizio della squadra. Che bella scoperta questo calciatore.

LEIVA 6.5 – Meno brillante rispetto a Crotone, soffre le due gare ravvicinate in pochi giorni. Nel primo tempo è ottimo, suo il passaggio per Immobile per l’1-0. Cala fisicamente nella ripresa, ma tiene senza troppi problemi le offensive russe. Dal 67′ CATALDI s.v.

LUIS ALBERTO 7 – Buona prova dello spagnolo che torna ad assaporare il sapore della Champions dopo la prima contro il Dortmund. Senza Milinkovic, è lui a prendere la guida del centrocampo. Ha giocato a tutto campo, tra discese, assist e coperture. Ha messo in porta anche Muriqi, che però non ha finalizzato. Magico.

MARUSIC 6.5 – Grande partita di sacrificio per Adam che ha iniziato a sinistra e terminato a destra. ha rinunciato alle folate offensive per dedicarsi al contenimento, lasciando spesso scendere Acerbi con lui a coprirgli le spalle. Lavoratore silenzioso, mai una polemica, è sempre al servizio della squadra. Risorsa.

CORREA 7.5 – Danza con il pallone, supera gki avversari con una facilità disarmante e mette tutti in porta. Delizose le sue progressioni con partenza lenta e accelerazione improvvisa che non lascia scampo a nessuno. Il pallone gli resta incollato sullo scarpino e fermarlo diventa proibitivo. E’ in grande forma e soprattutto sta trovando la continuità giusta che lo sta facendo maturare. Gli è mancato solamente il gol. Vai col tango.

IMMOBILE 8 – Pronti, via e gol da cineteca. Si è presentato così il King in questa notte, per lui, da Re. Si perchè la girata improvvisa dal limite dell’area e la parabola sotto l’incrocio con il destro, sono da stropicciarsi gli occhi. Poi si procura il rugore e lo trasforma con la solita potenza e freddezza. Le polemiche lo satnno rendendo ancor più cattivo sotto porta. Re per una notte. Dall’81’ MURIQI s.v.

ALL.INZAGHI 7 – Ad un passo dalla qualificazione agli ottavi di finale. Questa sera las ua squadra è stata bella anche se troppo sprecona. Tatticamente ordinata e perfetta, non sembre finalmente risentire dei tanti impegni ravvicinati. Avanti così.

Marco Corsini

LEGGI LE PAROLE DI IMMOBILE NEL POST GARA DI LAZIO ZENIT


Pubblicità

Primo Piano

Green pass obbligatorio per entrare allo Stadio

Green pass obbligatorio per entrare allo stadio, dal 5 Agosto scatta il nuovo decreto legge

Avatar

Pubblicato

il

9C151FC4 95C2 4D50 87DC CE85FE431C55
<

Green pass obbligatorio per entrare allo stadio, dal 5 Agosto scatta il nuovo decreto legge

Green pass obbligatorio per entrare allo stadio, questa la linea del Governo che dal 5 Agosto farà scattare il nuovo decreto legge. Non solo teatri, cinema, palestre, piscine, centri divertimento e ristoranti /bar al chiuso quindi, ma anche grandi eventi sportivi, con il calcio a farla da padrone con i propri impianti. Per la capienza nulla è ancora ufficiale, ma si prevede massimo al 50%. Per il green pass sono necessari o almeno una dose di vaccino o un tampone negativo. Per i minorenni e le persone allergiche si sta valutando se rendere gratuiti i tamponi.

Green pass

CALLEJON ALLA LAZIO

Continua a leggere

Primo Piano

LAZIO SOSPIROLO Hysaj, un gol per scacciare le polemiche

In Lazio Sospirolo Hysaj si è messo decisamente alle spalle il caso Bella Ciao

Avatar

Pubblicato

il

4d2739fa e98a 11eb 9e33
<

Ieri durante Lazio Sospirolo Hysaj sembra aver messo fine al ‘caso’ Bella Ciao.

LAZIO SOSPIROLO Hysaj sugli scudi, è proprio il caso di dirlo. Per il terzino albanese questi primi giorni in biancoceleste sono stati tutt’altro che facili. Colpa di quel ‘Bella Ciao‘ intonato in diretta social durante il classico ‘rito di iniziazione’ dei nuovi arrivati. E a nulla gli è valso “quest’anno si vince qualcosa” con cui ha chiuso la propria esibizione. L’onda delle polemiche, degenerata in vere e proprie tensioni (con tanto di striscioni offensivi), lo ha decisamente travolto. Ma ora, come si suol dire, il peggio sembra ormai passato. O almeno essersi attenuato.

Ci ha pensato lui stesso a condurlo per mano verso la fine. Anzi, per piede, andando in gol nella seconda uscita amichevole di questo ritiro 2021 made in Auronzo. Un sinistro di pregevole fattura, insaccatosi a 10 minuti dal termine della prima frazione. E immediati sono partiti i complimenti e gli abbracci dei compagni. Ma soprattutto gli applausi e i cori del pubblico dello Zandegiacomo. Un’altra festa in piena regola dunque, anch’essa in doppia cifra sotto il profilo realizzativo: 11 infatti i gol messi a segno, dopo i 10 alla Top 11 RC 103.

A dare il la alle danze ancora una volta Felipe Anderson. Ma il mattatore dell’incontro è stato decisamente Luis Alberto: tripletta e giocate di alta scuola per lo spagnolo, che, messi alle spalle i malumori dei giorni scorsi, si sta rivelando sempre più un nuovo acquisto per questa nuova Lazio targata Maurizio Sarri. Che registra buone prove anche da Milinkovic, per larghi tratti nel vivo del gioco, e dal duo dal piede caldo CaicedoMuriqi (doppietta per loro). Completano il tabellino dei marcatori Akpa Akpro e Cataldi.

CLICCA QUI PER VEDERE GLI HIGHLIGHTS DEL MATCH

INTANTO UN DIRIGENTE LASCIA LA LAZIO

Continua a leggere

Primo Piano

Ultras della Lazio contro Hysaj : “Noi di estrema destra, doveva saperlo, ha sbagliato”

Ultras della Lazio contro Hysaj, piovono parole forti. Il giocatore non piace ad una parte di curva

Avatar

Pubblicato

il

660A3F2F 3571 423F A4A9 B5B08343E8F0
<

Ultras della Lazio contro Hysaj, piovono parole forti. Il giocatore non piace ad una parte di curva

Non si placa la vicenda Bella Ciao, a parlare ora sono gli ultras della Lazio contro Hysaj. “Storicamente la nostra è una tifoseria di estrema destra, e questo lo dichiaro anche con orgoglio, quel Bella Ciao cantato con la maglia della Lazio è una cosa fuori dal mondo, Hysaj ha sbagliato” così Franco Costantino detto il Franchino degli ultrà biancocelesti in una intervista a Adnkronos. Franco ha poi continuato “Non credo alla favola che poteva non sapere il senso di quella canzone, ci siamo informati, il padre era un operaio vissuto qui e lui anche è vissuto in Italia, non può non conoscere il senso di una canzone politicizzata”. Oltre a queste parole, spunta anche uno striscione degli ultrà contro il giocatore albanese.

Hysaj

Continua a leggere

Articoli più letti