Seguici sui Social

News

CALCIOMERCATO Lazio derby per Zaccagni? L’Hellas fissa il prezzo

Pubblicato

il

CALCIOMERCATO Lazio derby per Zaccagni
PUBBLICITA

CALCIOMERCATO Lazio derby per Zaccagni, il centrocampista classe 95′ che si sta imponendo anche in questa stagione

CALCIOMERCATO Lazio derby per Zaccagni – Il ragazzo dell’Hellal Verona si sta mettendo in mostra, ha già realizzato 3 reti e quattro assist, tanti considerando la squadra con cui gioca. In questa stagione è riuscito anche a realizzare un piccolo sogno, essere convocato con la maglia azzurra grazie a Mancini ma, non è riuscito a debuttare. Questo passo sicuramente arriverà in avanti quando, le sue prestazioni continueranno a crescere. Su Mattia Zaccagni è forte l’interessa della Lazio che già da tempo ha messo gli occhi su di lui, specialmente il presidente Lotito. Ma su di lui è forte la concorrenza, ci sono anche Inter, Milan e adesso la Roma che, ha un ottimo rapporto con il presidente Setti dopo il prestito di Cetin e l’acquisto di Kumbulla.

CARTELLINO

Il suo contratto scade nel 2022 e non ha nessuna intenzione di rinnovare, per questo Setti ha fissato il prezzo intorno ai 10 milioni per rischiare di non perderlo a 0. Il presidente è aperto alla cessione, aspetta che qualche squadra arrivi con quanto richiesto e che inoltre, il calciatore venga accontentato. Sarebbe disposto già a cederlo a gennaio e mandarlo via a giugno come successo nella passata stagione con Amrabat, ora la mossa spetta alla Lazio.

Aggiornati i valori dei calciatori di Serie A. Lazio in calo

CALCIOMERCATO Vavro presto al Genoa


Pubblicità

News

Lazio Di Bello ti rovina la partita: rigore inesistente e secondo gol di mano

Pubblicato

il

Lazio Di Bello ti rovina la partita

Lazio Di Bello ti rovina la partita – La partita di ieri sera è stata condizionata inizialmente dall’arbitro che ne ha rovinato l’andamento

Lazio Di Bello ti rovina la partita – 5 gol subiti sono tanti, la colpa è anche della Lazio e la sua difesa che a ogni tiro in porta prendeva sistematicamente gol con un Reina alquanto colpevole di 2-3 gol. L’atteggiamento dopo i due gol subiti non è stato dei migliori, in quel momento la Lazio avrebbe potuto reagire ma dopo aver visto il rigore concesso e negato (con l’espulsione) loro nello stesso momento e il secondo gol la squadra è ceduta mentalmente. Ma andando ad analizzare proprio i primi due gol scopriamo che il rigore per il Napoli non c’era, Milinkovic entra chiaramente prima sul pallone anticipando Manolas che spunta all’improvviso da dietro e non viene toccato e sul ribaltamento abbiamo un rigore netto con espulsione a Hysai che tira Lazzari. La partita si sarebbe messa su tutt’altro binario.

SECONDO GOL IRREGOLARE

Ma anche il secondo gol del Napoli non è stato regolare, infatti Mertens dopo il lancio di Insigne controlla la palla con il piede destro e fa carambolare la palla sul suo braccio sinistro aperto che devia ampiamente la posizione proprio di questa facendola finire nella direzione giusta per il dribbling perfetta. Il Var in questo caso non è intervenuto né avrà visto il tocco di mano chiaramente influente ai danni dell’azione, la palla sarebbe schizzata verso Fares e Martens non avrebbe continuato l’azione. Insomma come al solito a Napoli la Lazio viene quasi sempre penalizzata da errori arbitrali che come in questo caso sono stati determinanti. Radu ha provato a contrastare il belga e ha notato subito il tocco di mano riferendolo all’arbitro ma non è stato ascoltato. Ovviamente la partita sarebbe potuta andare in un altro modo e dopo il 2-0 la Lazio avrebbe potuto reagire cercando la rimonta invece di continuare a commettere errori ma la partita è stata chiaramente indirizza anche sotto l’aspetto mentale.

Continua a leggere

Articoli più letti