Seguici sui Social

Primo Piano

PUBBLICITA

LAZIO VERONA PAGELLE – Ci facciamo i gol da soli e Juric se la gode…

Avatar

Pubblicato

il

Stefan Radu difensore della Lazio

Lazio Verona le pagelle: biancocelesti ancora sconfitti in casa. Il bottino di punti all’Olimpico piange: tante le assenze ma anche gli errori colossali in difesa.

Lazio (3-5-2):

Reina 6 – Prende 2 gol ma non ha colpe soprattutto perché sono i suoi compagni di squadra, prima Lazzari poi Radu, che stasera lo tradiscono.

Parolo 5 – Gioca di nuovo in un ruolo non suo, dalla sua parte il Verona spinge alla ricerca del pertugio giusto. I compagni di reparto non l’hanno nemmeno aiutato.

Acerbi 6 – Il miglior uomo della Serie A a recuperare palloni è costretto ad alzare bandiera bianca per un risentimento alla coscia destra. Aveva iniziato bene ma Inzaghi non ha voluto rischiarlo. Al 38′ Hoedt 5,5 – In difficoltà come tutto il reparto difensivo: quando esce il leader Acerbi la luce si spegne completamente.

Radu 4 – Serata da dimenticare per il rumeno: nel momento di massima spinta della Lazio taglia le gambe alla squadra con un retropassaggio killer che mette fuori gioco Reina e regala il secondo gol al Verona.

Lazzari 4,5 – La Lazio trova sbocchi soprattutto dalla sua parte ma i cross non sono precisi. Nel finale di primo tempo l’autogol che non ti aspetti sul tiro di Dimarco che sarebbe finito fuori. Stasera davvero fuori fase. Al 80′ Fares 6 – Entra bene con la voglia di spaccare il mondo: ha un occasione per segnare ma viene anticipato per un soffio.

Milinkovic 5 – Svogliato, svogliato e ancora svogliato. Troppo lezioso in alcune occasioni: da lui ci si aspetta più concretezza soprattutto quando manca Luis Alberto.

Leiva 6 – Chiude tutte le linee di passaggio del Verona alla perfezione: se la squadra di Juric trova delle soluzioni nel primo tempo lo fa sugli esterni perché al centro non si passa. Esce nella prima parte della ripresa con il fiato corto. Al 64′ Escalante 5,5 – La sua è una gara senza infamia e senza lode. Fa il compitino.

Akpa Akpro 5,5 – Corre e si danna fino a quando non arriva l’ammonizione che in ogni sua partita è puntuale. Nel secondo tempo si trova davanti la porta pronto a segnare ma viene anticipato all’ultimo. Al 80′ Pereira 6 – Nel finale Silvestri gli nega la gioia del pareggio che avrebbe meritato. Questo ragazzo, col senno di poi, sarebbe dovuto entrare prima nella gara.

Marusic 5 – Timido nel primo tempo, nel secondo cerca la scossa ma oggi la Lazio è stata davvero sottotono. Lui compreso.

Caicedo 7 – Che gol che si inventa anche oggi: protegge la palla alla perfezione e scarica un bolide alla destra di Silvestri. Imparabile. Al 64′ Correa 5,5 – Nessuna sua giocata degna di nota nella partita. Impalpabile.

Immobile 5,5 – Davvero nervoso oggi Ciro forse per il gol mangiato nel primo tempo. Un errore sottoporta che poteva cambiare il volto di questo match.


Primo Piano

Lazio Europa League, cosa deve fare per accedere agli ottavi

Avatar

Pubblicato

il

Lazio in Europa League
<

Lazio Europa League, grazie alla vittoria di ieri per 3-0 ai danni della Lokomotiv Mosca, gli uomini di Sarri hanno passato aritmeticamente il turno. Ora la Lazio è seconda ed in caso di passaggio appunto da seconda andrebbe a fare i sedicesimi , con il rischio di prendere le terze classificate del girone di Champions. Per evitare ciò ed accedere agli ottavi è decisiva l’ultima gara contro il Galatasaray, la Lazio può solo vincere ed avere così il primato del girone.

lazio el

BERGOMI CONTRO SARRI



Continua a leggere

Primo Piano

Un videomessaggio di auguri dal tuo idolo ? La cifra da sborsare ti farà gelare il sangue

Avatar

Pubblicato

il

2E78955D 6815 444C B5EB 5B009A68229B
<

Tra le tante nuove mode, direttamente dagli Usa prende sempre più piede quella di farsi mandare un videomessaggio di auguri a pagamento dal proprio idolo. Tutto possibile con il sito\app Cameo, sono tantissimi i vip presenti nel database, da attori a sportivi. Quest’ultimi hanno dei costi da far gelare il sangue, come l’ex campione di box, Mike Tyson che chiede l’astronomica cifra di 17000 euro. Presenti anche italiani, come Jorgihno che chiede 351 euro, più economico l’ex portiere dell’Inter e della Nazionale, Zenga, appena 13 euro. Scovando nel database ecco presenti due ex stelle del mondo Lazio, l’ex allenatore svedese Sven Goran Eriksson, l’allenatore dello scudetto chiede 53 euro per un video. Tutt’altra cifra quella richiesta dall’inglese Paul Gascoigne, ben 187 euro per un saluto e 1780 euro per un messaggio motivazionale per la propria azienda.

cameo

L’AGENTE DI MILINKOVIC FA PREOCUPPARE I LAZIALI



Continua a leggere

Primo Piano

Lazio Superlega, l’idea stuzzica Lotito

Avatar

Pubblicato

il

Lotito 9
<

Lazio Superlega, il Patron della Lazio, Lotito ai microfoni di Ansa e Sport Mediaset ha aperto alla Superlega : “Dico che bisogna ripensare il sistema calcistico sulla base di nuove esigenze mediatiche, commerciali e fisiche. I ritmi sono totalmente cambiati, gli atleti spendono molto dal punto di vista dello stress fisico e mentale. Questi sono temi che affronteremo nelle sedi istituzionali preposte, sono sempre disponibile a trovare soluzioni che aiutino i club ad avere maggiori introiti e maggiore visibilità, rispettando al tempo stesso le esigenze degli atleti“.

superlega

INFORTUNIO IMMOBILE : SEGNALI POSITIVI IN VISTA DELLA JUVENTUS



Continua a leggere

Articoli più letti

Editore e Direttore Responsabile: Davide Sperati
Testata Giornalistica - Reg. N°152/2015 - ROMA
Sito non connesso a S.S. Lazio S.p.A. Il marchio Lazio è di esclusiva proprietà di S.S. Lazio S.p.A.
Copyright ©2015-2021
NORMATIVA SULLE RETTIFICHE Ci impegniamo, al fine di garantire sempre una corretta e precisa informazione, a correggere errori ed imperfezioni contenute negli articoli. Le correzioni vengono evidenziate all’interno o in calce all’articolo, specificandone la data e l’ora. Vengono inoltre pubblicate le lettere e le richieste di precisazione. La richiesta di rettifica, da presentarsi ai sensi delle normative in materia, deve contenere le generalità complete e il domicilio o la sede legale del richiedente; la domanda deve essere sottoscritta ed inviata attraverso posta elettronica ordinaria o certificata. La rettifica deve concernere i fatti su cui verte la discordanza e non valutazioni o commenti, deve essere corredata degli elementi atti ad identificare con precisione le notizie di cui si chiede la rettifica