Seguici sui Social

News

Lazio l’Atalanta è la tua bestia nera: Inzaghi non la batte dal 2016

PUBBLICITA

Pubblicato

il

Lazio l'Atalanta è la tua bestia nera
PUBBLICITA

Lazio l’Atalanta è la tua bestia nera – La squadra bergamasca è un avversario ostico per i biancocelesti che non riescono mai a superarla

Lazio l’Atalanta è la tua bestia nera, quando te la trovi di fronte spesso e volentieri il risultato finisce in loro favore. L’ultima vittoria della Lazio contro l’Atalanta risale al 21 agosto del 2016, nella prima partita del campionato dove i biancocelesti s’imposero 3-4, dopo di ché tabula rasa. Negli ultimi anni la vera avversaria alla quale la squadra di Inzaghi non riesce a strappare punti importanti è proprio la squadra guidata da Gasperini. Il mister piacentino su 8 incontri ne ha vinto uno (quello precedentemente citato) e pareggiati due, entrambi 3-3. Dopo di ché, in campionato ha collezionato solamente sconfitte, alcune anche con tanti gol di scarto. Un dato che fa preoccupare, soprattutto in vista della sfida di domenica che potrebbe permettere alla Lazio di superare in classifica l’Atalanta o far allontanare ancor di più questa. Le aquile non battano i bergamaschi da ben 4 anni e in questo momento una vittoria sarebbe importantissima perciò, dovranno cercare di eliminare la “bestia nera” del loro campionato.

LE PARTITE

21/08/2016 – Atalanta-Lazio 3-4

17/12/2017 – Atalanta-Lazio 3-3

06/05/2018 – Lazio-Atalanta 1-1

17/12/2018 – Atalanta-Lazio 1-0

05/05/2019 – Lazio-Atalanta 1-3

19/10/2019 – Lazio-Atalanta 3-3

24/06/2020 – Atalanta-Lazio 3-2

30/09/2020 – Lazio-Atalanta 1-4

Viola le norme anti covid – Cristiano Ronaldo nei guai


News

Lulic chiama Inzaghi: “I big qualche partita potrebbero saltarla…”

Pubblicato

il

Lazio Lulic

Non è piaciuta a nessuno la partita di ieri contro il Bologna. Arriva il mea culpa anche di un senatore biancoceleste: Lulic chiama Inzaghi e invoca cambi di formazione per far rifiatare i giocatori.

Lulic a Sky Sport: “Sicuramente è mancata la reazione anche perché i rigori si possono sbagliare. Oggi siamo andati in difficoltà davanti alla porta e non siamo riusciti a fare gol. Non so se abbiamo digerito la sconfitta con il Bayern ma questa era un’altra partita e se vogliamo rigiocare in Champions il prossimo anno queste cose non devono succedere. Abbiamo preso gol da una rimessa laterale e non può succedere, ma comunque ci sono tante partite ancora in cui possiamo dimostrare che non siamo quelli di stasera. Dopo due sconfitte in pochi giorni qualche domanda dobbiamo farcela, analizzando cosa abbiamo sbagliato per non ripetere questi errori. Il rapporto tra noi è ottimo, anche con i nuovi arrivati. Pereira è un giocatore forte che ha bisogno di tempo, quest’anno non ha giocato molto e mi auguro che riesca a darci una mano perché è bravo. I nuovi se hanno l’occasione danno tutto quando scendono in campo, ma è difficile giocare quando davanti a te hai Milinkovic o Luis Alberto. Penso comunque che ogni tanto anche a loro saltare una partita farebbe bene”.

Continua a leggere