Seguici sui Social

News

Luigi Sartor arrestato: coltivava 106 piante di marijuana

Pubblicato

il

PUBBLICITA


Luigi Sartor torna a far parlare di sè. Dopo il suo coinvolgimento nel 2011 nell’indagine relativa al Calcioscommesse, il 46enne ex giocatore della Juventus, dell’Inter, della Roma e del Parma, è stato scoperto in possesso di una coltivazione di marijuana, allestita in un casolare abbandonato a Lesignano Palmia, nei pressi di Parma. L’ex difensore aveva creato con un complice, M.M., una serra contenente 106 piante di marijuana.Gli agenti indagavano da tempo, messi in allerta dalla strana richiesta di raddoppio della potenza del contatore per un edificio abbandonato, che di notte però mostrava luci accese. Inoltre si percepiva un forte odore nei dintorni del casolare; per confermare gli indizi gli agenti avevano tentato Sartor qualche tempo fa in auto, fingendo un controllo di routine e trovando così conferma ai loro sospetti. Dentro l’auto infatti si avvertiva lo stesso odore pungente di marijuana. Luigi Sartor si è avvalso davanti al giudice della facoltà di non rispondere; è attualmente agli arresti domiciliari. 


Pubblicità

Conferenza stampa

Inzaghi parla in conferenza prima del derby. Un mister serio e ambizioso. Ave Lazio!

Pubblicato

il

inzaghi

Il tecnico della Lazio Simone Inzaghi ha parlato in conferenza stampa alla vigilia del derby della capitale.

E’ una gara importante. E’ la gara più importante di ogni stagione, quella più sentita in città, quella che finché non si rigiocherà un altro derby segnerà il destino di una o dell’altra tifoseria. Il derby è alle porte e il nostro mister ha parlato in conferenza stampa sicuro come sempre
sapendo che “Domani non sarà una partita come le altre”. La Lazio ha sicuramente un posto in Europa League ma vorrebbe fare l’impresa di arrivare in Champions sperando in qualche passo falso delle altre pretendenti. “Chiederò ai ragazzi tanta umiltà, quella che poi ci ha permesso di recuperare posizioni nel girone di ritorno”. Il rinnovo contrattuale adesso non è importante e il tecnico lo sa bene perché ora vuole concentrarsi solo sulla gara di domani.

Le fatiche di coppa e Immobile

Inzaghi poi si sofferma sulle parole del suo bomber “Certo abbiamo pagato le fatiche di coppa e il girone di andata non è stato dei migliori però dai abbiamo sempre fatto oltre 70 punti e anche quest’anno vogliamo ripeterci”. Poi riguardo la formazione di domani Inzaghi non si sbilancia ma elogia il suo attaccante Ciro Immobile: “Ciro è un leader e dopo la gara contro il Parma ha detto cose giuste. Sono orgoglioso di allenare un giocatore come lui da cinque anni. Poi in conclusione una breve parentesi sul derby che ricorda con più affetto: “Il derby che ricordo con affetto è quello terminato 2 a 1 nel 2000. In classifica eravamo dietro la Juventus e nel derby perdevamo uno a zero ma poi, grazie alle reti di Nedved e Veron ribaltammo il risultato”. Forza mister, siamo tutti con lei. ! Forza Lazio!
Davide Sperati

Continua a leggere

Articoli più letti