Seguici sui Social



News

Lazio Torino oggi la sentenza: Lotito difende: “Non c’era causa di forza maggiore”

Pubblicato

il

Lazio Lotito
PUBBLICITA

Lazio Torino oggi la sentenza per quanto riguarda la partita in programma il marzo e non disputata a causa dalla mancata presenza da parte della squadra granata

Lazio Torino oggi la sentenza per capire se i biancocelesti avranno la vittoria a tavolino o bisognerà giocare la partita alla prima data disponibile. Nel frattempo però, il presidente Lotito ha preparato un contro ricorso a quello effettuato dai granata perché avrebbe voluto giocare il 2 marzo com’era previsto dal calendario. Si è appellato a diverse situazioni rispondendo al ricordo la scorsa notte presentando diversi documenti. Ricordiamo che il Torino aveva l’obbligo da parte dell’Asl di restare in quarantena preventiva a causa di molti contagi all’interno della squadra che sarebbe finito il 3 marzo.

CONTRORECLAMO

Il Corriere dello Sport avrebbe tirato fuori alcuni dei documenti inviati dalla Lazio: “Il Torino non può invocare alcuna causa di forza maggiore. La quarantena disposta dall’Asl di Torino, ordinanza a effetto immediato per la tutela della salute, non poteva decorrere dal giorno dopo con scadenza il 2 marzo e non l’1. Era venuta meno il 28 febbraio, giorno in cui il Torino aveva ripreso ad allenarsi. Cui ha fatto seguito a un provvedimento retroattivo dell’Asl. Provvedimento illegittimo”. Inoltre la Lazio vuole sottolineare come il Torino nonostante avesse la quarantena in atto, il 28 febbraio si sia allenata violando di conseguenza la stessa quarantena iniziata il 23 febbraio, senza contare che a partire dal 27 febbraio i tamponi dei calciatori davano tutti esito negativo.

LEGA E LOTITO

Lotito ha presentato reclamo: “per ovviare alla violazione aveva chiesto e ottenuto dall’Asl, con lettera dell’1 marzo, una revoca retroattiva a partire dal 28 febbraio”, inoltre la stessa Lega ha ricordato al Torino di aver commesso un errore segnalando il problema: “nel non considerare il 23 febbraio, giorno dell’accertamento della positività, quale giorno iniziale del periodo di isolamento prescritto”. L’Asl aveva prontamente risposto: “il calcolo dei giorni di validità del provvedimento andava imposta considerando il giorno dell’emissione zero”.

JUVE NAPOLI

A differenza dal caso Lazio Torino, quello della Juve e del Napoli era completamente diverso, infatti la partita si sarebbe dovuta disputare il 4 ottobre ma il 3 ottobre alle ore 16.53 il Napoli aveva avuto una disposizione da parte dell’Asl che sarebbe iniziata proprio il 4 ottobre giorno della gara stessa e sarebbe stato impossibile partecipare alla partita.

Conferenza stampa Inzaghi: “Serve una partita da vera Lazio”


News

Calciomercato Lazio: Da Mustafi a Maksmovic, tutti i nomi a parametro 0

Pubblicato

il

Calciomercato Lazio Maksimovic

Calciomercato Lazio – La stagione sta per concludersi, i biancocelesti sono in lotta per la qualificazione in Champions, ma per poter avere maggiori chances nella prossima stagione bisogna arricchire la rosa. Questo infatti è il momento in cui le società iniziano a muoversi in vista del mercato estivo, cercando di portare al più presto i nuovi giocatori. La Lazio per piazzare il colpo dovrà aspettare di capire a quale competizione europea parteciperà, ma nel frattempo può già individuare i giocatori che andranno in scadenza a 0 e quindi non sarà necessario spendere nulla per il cartellino.

CALCIATORI A 0

Il reparto dove bisognerà avere più rinforzi è senza dubbio quello difensivo. Musacchio dovrebbe abbandonare a fine stagione mentre Hoedt potrebbe essere riscattato a 5 milioni e a quel punto la Lazio avrebbe ben 5 difensori: Radu, Hoedt, Acerbi, Luiz Felipe e Patric. Il contratto di quest’ultimo scadrà nel 2022 e forse se non dovesse venirgli rinnovato potrebbe essere messo sul mercato e a quel punto i difensori da prendere saranno 2. In uscita dal Napoli c’è Nikola Maksimovic, difensore che potrebbe dare il suo apporto alla Lazio, accostato più volte durante il mercato invernale, a giugno sarà libero di firmare a 0. Oltre a Maksimovic che conosce bene il campionato italiano ci sono: Mustafi, Balbuena e Dragovic, Sakho; questi 4 oltre al quasi ex Napoli sono le piste più percorribili e facili. A 0 ci sono anche dei top player che al momento non sono in orbita biancoceleste a causa del loro ingaggio elevato: Sergio Ramos, Alaba, Garcia, Thiago Silva e David Luiz. Uno dei parametri 0 potrebbe affiancare il sogno di mercato difensivo: il laziale Romagnoli. Oltre alla difesa si pensa anche all’attacco, nel mirino c’è sempre il colombiano Borré a 0 che ha strizzato l’occhio ai biancocelesti e aspetta una loro chiamata

Continua a leggere

Articoli più letti