Seguici sui Social

News

PUBBLICITA

LA NOSTRA STORIA – Tanti auguri a Sebastiano Siviglia

Avatar

Pubblicato

il

Sebastiano Siviglia ex difensore della Lazio

Sebastiano Siviglia è un ex difensore nato a Palizzi Marina, in prov. di Reggio Calabria, il 29 marzo 1973. Inizia a giocare nelle giovanili della Reggina. Passa poi al Parma. Da qui alla Nocerina, Verona, Atalanta, Roma e Lecce, prima di arrivare alla Lazio. Acquistato dal Parma arriva a Formello nel 2004 a 31 anni. È stato uno dei primi acquisti di Lotito (formula del prestito). Esordisce con la maglia biancoceleste numero 5 nella stagione 2004-2005. Al termine della stagione torna alla società emiliana venendo messo in seguito fuori rosa finché non viene svincolato. Torna di nuovo alla Lazio che dal 2005 lo mette sotto contratto. Rientrato a Roma sceglie la maglia numero 13, quella di Alessandro Nesta. Disputa in tutto sei stagioni a Roma. Nella stagione 2009-2010 viene nominato vice capitano della squadra ma al termine del campionato non rinnova il contratto. In biancoceleste ha vinto la Coppa Italia 2008-2009 e la Supercoppa Italiana nella stagione successiva. Rimasto svincolato il centrale si ferma per un breve periodo. Da gennaio 2011 riprende ad allenarsi con la Reggina che valuta la possibilità di tesserarlo. Pochi giorni dopo però annuncia il suo ritiro

Il percorso da allenatore

 Una volta appesi gli scarpini al chiodo diventa l’allenatore del Monterotondo lasciando a fine stagione. Successivamente passa per un anno alla guida del Potenza. A febbraio 2012 viene ingaggiato dalla Nocerina come tecnico della Primavera. Alla fine dell’anno inizia a frequentare il corso di abilitazione per master di allenatori professionisti Prima Categoria-Uefa Pro a Coverciano. Ad agosto 2013 viene ingaggiato dalla Lazio come allenatore della squadra della categoria Giovanissimi Regionali. L’annata successiva siede sulla panchina dei Giovanissimi Nazionali. A luglio del 2016 diventa allenatore della Primavera della Ternana. Il mese dopo viene promosso a tecnico della prima squadra a seguito dell’esonero di Panucci. Due giorni dopo però gli viene preferito Benny Carbone. A gennaio viene nominato ds della Ternana. Nell’agosto 2018 diventa l’allenatore della Primavera del Lecce.

SEGUICI SU GOOGLE EDICOLA

DIVENTA NOSTRO FOLLOWER ANCHE SU TWITTER

LASCIA UN LIKE ALLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK


Pubblicità

Calciomercato

Brandt Lazio, trattativa saltata. I retroscena dell’affare (VIDEO)

Su Julian Brandt Lazio e Milan avevano messo gli occhi nella sessione di calciomercato in corso. La trattativa coi biancocelesti è però ufficialmente saltata

Avatar

Pubblicato

il

brandt lazio
<

Brandt Lazio, una combo che fino a qualche settimana fa sembrava destinata a diventare uno degli affari più interessanti del calciomercato 2021. Dall’inizio della sessione estiva, infatti, i biancocelesti si sono messi sulle tracce del classe ’96 tedesco trovando però un muro rappresentato dai 25 milioni chiesti dal Borussia Dortmund.

La Lazio dal canto suo aveva optato per un prestito di circa 4 milioni con diritto di riscatto fissato a 22. Brandt è stata la prima scelta fin dall’arrivo di Maurizio Sarri sulla panchina biancoceleste, alla luce della sua duttilità nel ricoprire sia il ruolo di mezz’ala che quello di esterno di attacco nel 4-3-3.

BRANDT LAZIO, SOGNO INFRANTO

Nelle scorse settimane un’indiscrezione della Gazzetta dello Sport aveva lasciato aperti diversi spiragli nell’ottica del raggiungimento di un accordo e, la sensazione, è che le parti potessero trovare un punto di incontro. Nelle ultime ore, però, i sogni dei tifosi di vedere Brandt con la maglia della Lazio si sono definitivamente infranti.

A fare chiarezza è stato lo stesso giocatore che, ai microfoni di Rtl, ha fatto presente la propria volontà di rimanere al Borussia : “Fa piacere l’interesse di altri club ma non ho mai detto di voler andar via. Non credo che lascerò Dortmund. A fare seguito alle parole del jolly tedesco, inoltre, l’intervento dell’A.d. del BVB Joachim Watzke, che ha sottolineato l’importanza del giocatore per il club e la volontà di trattenerlo.

brandt lazio
Brandt Lazio

ADANI NUOVO COMMENTATORE DI FIFA 22

Continua a leggere

News

FIFA 22 Adani nuovo commentatore tecnico

In vista dell’uscita di Fifa 22 Adani è stato scelto come nuovo commentatore tecnico della versione italiana del videogioco calcistico di Ea Sports

Avatar

Pubblicato

il

fifa 22 adani
<

FIFA 22 Adani, un binomio destinato a entusiasmare i numerosi utenti del videogioco sul calcio by Ea Sports. Reduce dall’addio a Sky Sport, annunciato in occasione della semifinale di Euro2020 tra Inghilterra e Danimarca, l’ex Inter si appresta dunque a vivere una nuova avventura. Una nuova avventura all’insegna della conoscenza, l’entusiasmo e la carica che negli anni Lele Adani ha trasmesso agli appassionati di calcio e che adesso verrà convertita in modalità console.

L’ANNUNCIO DI EA SPORTS

A darne notizia è stata proprio Ea Sports che ha posto l’accento proprio sul bagaglio di conoscenze del noto opinionista: “Adani è stato scelto per la sua esperienza in materia di calcio unita a uno stile di commento energico e coinvolgente”. La telecronaca del gioco, invece, sarà affidata a Pierluigi Pardo.

FIFA 22 adani
Fifa 22 Adani

BASIC, DUELLO LAZIO-NAPOLI

Continua a leggere

News

OLIMPIADI Francia e Germania eliminate. Umiliazione blues

Tra le più grandi delusioni delle Olimpiadi Francia in testa dopo l’eliminazione da Tokyo 2020 per mano dei padroni di casa del Giappone

Avatar

Pubblicato

il

olimpiadi francia
<

Sul fronte calcio, tra le più grandi sorprese delle Olimpiadi Francia, Argentina e Germania eliminate dal torneo. Transalpini fatti fuori dal Giappone padrone di casa che si è imposto per 4-0 nell’ultima partita del gruppo A. A sancire il roboante successo nipponico le reti di Kubo, Saki, Miyoshi e Maeda. Seconda umiliazione nel giro di 30 giorni per il calcio francese, già reduce dall’eliminazione a Euro 2020 per mano della Svizzera.

NON SOLO FRANCIA

Anche la Germania dice addio alle Olimpiadi dopo il pareggio per 1-1 contro la Costa D’Avorio. Ai teutonici non sono infatti bastati i 4 punti in 3 partite per raggiungere i quarti di finale. Delusione, dopo il trionfo in Copa America, anche in casa albiceleste. Argentina fuori da Tokyo 2020 dopo il pareggio per 1-1 contro la Spagna che sancisce l’arrivo a pari punti con l’Egitto. Ai quarti però volano gli africani in virtù di una migliore differenza reti.

Olimpiadi Francia
Olimpiadi Francia

SARRI, UN PENSIERO PER I TIFOSI

Continua a leggere

Articoli più letti