Seguici sui Social

News

LA NOSTRA STORIA ‘Flavio Bucci’ Biava compie gli anni

Avatar

Pubblicato

il

Giuseppe Biava ex difensore della Lazio
PUBBLICITA

L’8 maggio 1977 nasce a Seriate, in prov. di Bergamo, l’ex giocatore della LazioGiuseppe Biava. Difensore cresciuto nelle giovanili del Leffe. Nel 1995 si trasferisce all’Albinese (ora Albinoleffe) dove rimane cinque stagioni.

GLI INIZI

Passa alla Biellese per tornare subito dopo all’Albinoleffe, dove resta fino alla fine del 2003 contribuendo alla conquista della serie B. Nel gennaio 2004 passa al Palermo. Con i rosanero conquista la promozione in Serie A. L’anno successivo arriva la alla Coppa UEFA. Obiettivo raggiunto per la prima volta nella storia della società palermitana. Alla fine della 2007/08 viene ceduto al Genoa. Conquista subito la fiducia dell’allenatore Giampiero Gasperini e viene schierato titolare per tutta la stagione. A inizio febbraio 2010 viene acquistato dalla Lazio con cui firma un contratto biennale.

L’ BIANCOCELESTE

All’inizio della stagione successiva diventa pedina inamovibile dello scacchiere biancoceleste guidato da Edy Reja. Le sue ottime prestazioni alla corte del tecnico friulano gli valgono nella stagione 2012-13 il rinnovo del contratto per un altro anno. Il rapporto con la Lazio prosegue così di anno in anno fino a maggio 2014. Biava è uno degli eroi della indimenticabile e meravigliosa serata di Coppa del 2013, quando i biancocelesti si aggiudicarono il vincendo la finalissima contro gli eterni rivali grazie alla rete di Senad Lulic. Dopo quattro anni e mezzo trascorsi nella capitale annuncia il suo addio ai biancocelesti ringraziando tutti per l’affetto dimostrato nei suoi confronti.

A luglio del 2014 firma un contratto con l’Atalanta. Nel 2016 viene nominato responsabile dell’area tecnica del Cenate Sotto, squadra del suo paese natale, che milita in Seconda Categoria. Nell’estate 2016 firma un contratto con la società bergamasca del Pontisola per andare a guidare la squadra Juniores nazionale.

SEGUICI SU GOOGLE EDICOLA

DIVENTA NOSTRO FOLLOWER ANCHE SU TWITTER

LASCIA UN LIKE ALLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK


Pubblicità

News

Petizione Lazio Flaminio – L’iniziativa dei tifosi

Petizione Lazio Flaminio – In seguito all’annuncio di Claudio Lotito, che ha riferito di voler acquistare l’impianto, è partita l’iniziativa dei tifosi biancocelesti

Avatar

Pubblicato

il

petizione lazio flaminio

Dopo le dichiarazioni del Lotito, i tifosi della Lazio non hanno perso tempo e si sono subito messi in azione. Petizione Lazio Flaminio

La petizione Lazio Flaminio potrebbe tornare a essere una combo di estrema attualità per il popolo . Uno stadio decadente che la tifoseria rivendica ormai da diversi anni, un desiderio che il patron Claudio Lotito, dopo numerosi tentennamenti, sembra finalmente voler abbracciare. A tal proposito è intervenuto, sulle frequenze di Radio Olympia, Giorgio Calleri, nipote dell’indimenticato presidente biancoceleste, che alla Lazio portò profili di spessore come Ruben Sosa e Paul “gazza” Gascoigne.

Calleri nel collegamento radiofonico ha posto l’accento su quanto sia importante far coincidere la rinascita di un impianto storico con le ambizioni del club, sottolineando però la difficoltà del portare avanti l’iniziativa davanti al muro eretto dalle istituzioni. Molto, infatti, dipenderà anche dalla volontà dell’amministrazione Raggi di appoggiare o meno il in questione. La petizione trova la sua concretezza proprio nell’auspicio che i tifosi laziali vogliano concedere ai propri idoli una nuova casa dove continuare a sognare e far sognare.

Petizione Lazio Flaminio

Per partecipare alla petizione è semplice: basta andare sul sito change.org, cercare la petizione con il seguente nome RIPORTIAMO LA SSLAZIO AL FLAMINIO. Bisogna compilare il modulo e lasciare la mail per confermare la firma.

Di seguito il link per accedere alla petizione e porre la propria firma su un progetto ambizioso ma concreto, reale e realizzabile.

L’arrivo di Paul Gascoigne a Fiumicino

Continua a leggere

News

Inzaghi saluta la Lazio con una lettera: “22 anni indimenticabili”

L’ormai ex allenatore biancoceleste Simone Inzaghi saluta la Lazio con una lettera d’addio e si appresta a iniziare una nuova avventura sulla panchina dell’Inter

Avatar

Pubblicato

il

inzaghi saluta la lazio

Con una lettera d’addio colma di emozione e gratitudine Simone Inzaghi saluta la Lazio e si avvia verso un nuovo capitolo della sua carriera. Il tecnico ha posto l’accento su quanto e i colori biancocelesti siano stati decisivi nella sua crescita come uomo e come professionista, da calciatore prima e da allenatore poi. Inzaghi ha confessato di non aver ancora avuto il coraggio di svuotare l’armadietto del centro sportivo, lì dove è arrivato nel giugno 1999 appena 23enne.

Dire addio a questo club è una delle decisioni più difficili della mia vita, qui ho trascorso 22 anni stupendi e questa è diventata mia“. Il neo tecnico dell’Inter ha poi concluso sottolineando la gratitudine verso il popolo laziale, popolo che saluterà personalmente sotto la Nord quanto i capitolini sfideranno i nerazzurri all’Olimpico. La curva Nord, dal canto suo, aveva salutato il tecnico nell’immediato post addio sottolineando che nessun rancore può cancellare 22 straordinari anni vissuti in simbiosi.

inzaghi saluta la lazio
Inzaghi saluta la Lazio

RITIRO LAZIO, LUOGO E DATE

Continua a leggere

News

Strage di Ardea – Claudio Lotito vicino alle famiglie delle vittime

All’indomani della strage di Ardea, nella quale hanno perso la vita due fratelli di 5 e 10 anni e un anziano di 84, Claudio Lotito si è unito al dolore delle famiglie

Avatar

Pubblicato

il

strage di ardea

All’indomani della strage di Ardea, nella quale hanno perso la vita due fratelli di 5 e 10 anni e un anziano di 84, Claudio Lotito si è unito al dolore delle famiglie. Un episodio che ha sconvolto un’intera nazione, alla luce del quale il patron biancoceleste è intervenuto dedicando un pensiero ai cari delle vittime: “Tanto sgomento per quanto accaduto. Non ci sono parole per descrivere la tragedia consumatasi ad Ardea

Un pensiero particolare Lotito lo ha speso per i genitori dei piccoli David e Daniel sottolineando quanto sia importante ricordare il loro sorriso e i loro sogni. Per il fratello maggiore, Daniel, in estate si sarebbero aperte le porte (tra gli esordienti) della Lazio. “Sognavano di giocare per i nostri colori, ricordiamoli così, per il loro desiderio di vivere”. Giocare e sognare un pallone che gonfia la rete: questa l’ambizione di due bambini stroncata dalla follia di un uomo che aveva bisogno di cure e che, probabilmente, non sarebbe dovuto essere lasciato libero in balia dei problemi psichici di cui soffriva.

Strage di Ardea
Strage di Ardea

ACERBI SU SARRI

Continua a leggere

Articoli più letti