Screzi tra il tecnico e la Lazio, il presidente Lotito difende Sarri

Lotito difende Sarri: il presidente biancoceleste è intervenuto sulle voci di cattivi rapporti tra il tecnico e alcuni giocatori.

Lotito difende Sarri. “Dicotomie? Non ce ne sono, sono tutte chiacchiere“, le parole ad allontanare ogni possibile illazione. Per il numero uno il problema alla base del brutto periodo attraversato dai capitolini è uno solo: “I giocatori devono abituarsi ad un nuovo modo di giocare. E per far questo ci vuole tempo“. Lotito si dichiara tutt’altro che pentito di aver affidato la panchina al toscano, scelto tra l’altro proprio da lui stesso. E neanche gli scarsi risultati sono serviti a fargli cambiare idea. Chi si aspettava, o si aspetta in queste ore, dei passi indietro, resterà dunque deluso. Il presidente è vicino al suo gruppo, e proprio ad esso lo ha ribadito ieri sera, durante una visita nel ritiro di Formello.

Riguardo poi al ‘caso Luis Alberto’, sembra intenzionato a trattare tutti allo stesso modo, senza figli e figliastri: “Il posto si merita con il sudore“, la sentenza. Anche lo spagnolo, come il resto dei compagni, dovrà far propri il progetto e il gioco di Sarri. Dovrà mettere da parte la sofferenza per il nuovo modulo e la delusione per l’esser passato da titolarissimo a panchinaro. Starà a lui far ricredere il tecnico e portarlo a ribaltare le gerarchie. Ma Lotito guarda anche al futuro, in particolare al mercato di gennaio. Che si preannuncia scoppiettante: il presidente si è infatti accorto delle lacune che impediscono alla rosa di assimilare a pieno i nuovi dettami ed è pronto a porre rimedio. Con acquisti, ma anche con cessioni.

Da non perdere

Iscriviti alla Newsletter

Per le ultime notizie sulla Lazio iscriviti alla newsletter. E' GRATIS