Stadio della Lazio, Lotito: “Lo farò”. Ma non sarà il Flaminio

Stadio della Lazio, la promessa del patron biancoceleste e un progetto che sarà presentato dopo l'estate

stadio della lazio lotito
Ultimo aggiornamento:

Stadio della Lazio, la promessa del patron biancoceleste e un progetto che sarà presentato dopo l’estate

Tra le ambizioni di Lotito vi è anche costruire lo stadio della Lazio. Lo ha confermato lui stesso, nel corso di un’intervista: “Lo farò, come ho già ricostruito il centro sportivo che tutti ci invidiano“. Parole che sanno decisamente di promessa. Che Lotito è intenzionato a mantenere: i contatti in tal senso con l’Amministrazione capitolina guidata dal sindaco Gualtieri hanno avuto luogo nei giorni scorsi. Ma al centro non ci sarebbe, come ventilato da più parti, il Flaminio.

STADIO DELLA LAZIO, L’ALTERNATIVA AL FLAMINIO

Anche se resta al vaglio, la proposta di riqualificazione appare infatti di difficile realizzazione. Troppi purtroppo i vincoli imposta dalla famiglia del progettista dell’impianto, l’architetto Nervi. E allora a farsi largo è un’altra idea: quella di uno stadio da 35-40mila posti, dotato di copertura (in base alle norme UEFA) e parcheggio multipiano. Lotito e Gualtieri ne parleranno in un prossimo incontro, in programma di qui a qualche settimana.

STADIO DELLA LAZIO, IL PROGETTO GIA’ DOPO L’ESTATE

Il Campidoglio non metterà paletti in merito alla tempistica, ma la presentazione del progetto da parte della Lazio potrebbe avvenire già a settembre. Se dovesse tramontare definitivamente l’ipotesi Flaminio, verrà individuata un’altra area, probabilmente in quella zona dell’Isola Tiberina dove Lotito ha alcune proprietà.