Pagelle Lazio Spezia 4-0. Zaccagni, Romagnoli e doppio Milinkovic. Poker Capitale

Pagelle Lazio Spezia 4-0

  • Provedel 7 – Arrivato in estate come secondo portiere, si è guadagnato sul campo il ruolo di titolare.
  • Lazzari 7 – Al 6′ salva la Lazio deviando in corner un tiro ravvicinato di Kiwior. Quando ‘parte’ non lo prende nemmeno Speedy Gonzalez. Dal 63’Hysaj 6 – Concentrato, gioca una buona mezz’ora.
  • Patric 6,5 – Abile nel palleggio, ormai colleziona prestazioni sempre positive come centrale di difesa. Dal 46′ Gila 6 – Dopo le prove incolori fra campionato ed Europa League, eccolo di nuovo in campo schierato come centrale di destra. In crescita.
  • Romagnoli 7 – Il sogno di ogni bambino che si realizza: segnare un goal, il primo, con la squadra del tuo cuore, sotto la curva del tifo più caldo. Il suo sinistro al 25′ non lascia scampo a Dragowski. Concentrato anche nella seconda frazione di gioco.
  • Marusic 6,5 – Il secondo goal della Lazio arriva anche per merito suo che conquista in scivolata una palla che sembrava persa. Tignoso anche nei secondi quarantacinque minuti di gioco.
  • Milinkovic 9 – Delizia il pubblico pagante con giocate che oramai non fanno più notizia. Oltre al volo di Olimpia, le sue giocate sono la cosa più bella da vedere quando gioca la Lazio. Sugella la sua fantastica prestazione con la reti del tre e del quattro a zero.
  • Cataldi 7 – Gara ordinata con tanto lavoro sporco. Dà ampiezza e geometrie al gioco di mister Sarri. Dal 77′ Marcos Antonio s.v.
  • Luis Alberto 6,5 – Fraseggia con la solita eleganza fra i reparti per oltre un’ora di gioco. Dal 72′ Vecino 6 – Venti minuti di sostanza.
  • Felipe Anderson 7 – Precisissimo l’assist per Zaccagni che apre le marcature. Ok che è un’atleta di Dio, ma sotto porta un pizzico di egoismo in più non guasterebbe.
  • Immobile 6 -Dopo appena un minuto di gioco si procura il rigore che però calcia alto sopra la traversa. Anche se non segna, lotta e gioca sempre al servizio della squadra. Capitano vero. Dal 63’Pedro 6,5 – Sempre pericoloso con la palla al piede, è un giocatore di un’altra classe.
  • Zaccagni 7,5 – Vivacissmo, porta in vantaggio i capitolini, finalizzando al meglio un’azione personale grazie all’assist di Felipe Anderson. In forma smagliante, nel secondo tempo mette su un piatto d’argento la palla per Milinkovic che realizza il 3 a 0.

La Società Sportiva Lazio celebra Maestrelli

Segui laziochannel.it anche su Facebook

Da non perdere

Iscriviti alla Newsletter

Per le ultime notizie sulla Lazio iscriviti alla newsletter. E' GRATIS