Addio Auronzo Lazio, l’organizzatore del ritiro Lacché fa chiarezza sulle voci

Addio Auronzo Lazio, l’ipotesi c’è. Anche se non dovrebbe concretizzarsi già da subito. A confermarlo questa mattina, ai microfoni di ‘Radiosei’, Gianni Lacchè,  ovvero colui che organizza tutto ciò che c’è intorno alla preparazione estiva pre campionato dei biancocelesti. Intervenuto durante la trasmissione ‘Quelli che…’, ha detto con stanno le cose in merito alla possibile fine del rapporto che da oltre 15 anni lega il primo club della Capitale alla località sulle Tre Cime di Lavaredo.

ADDIO AURONZO LAZIO – LA SITUAZIONE PER IL 2023

La trattativa – ha esordito – c’è ed è in corso. Il rapporto è comunque molto sereno. Inoltre l’Hotel Auronzo ci ha dato certezza di disponibilità per il periodo estivo. Poi in una trattativa ci sono richieste e concessioni, per cui vedremo. Comunque, visto che il contratto in essere scade il prossimo anno, per il 2023 saremo sicuramente in Cadore“. Parole dunque che danno certezza, ma solo nell’immediato. Per gli anni a venire, infatti, la storia sembra tutta da scrivere.

ADDIO AURONZO LAZIO – E QUELLA PER IL FUTURO 

E potrebbe vedere un nuovo protagonista in riva al Lago di Santa Caterina: “La platea del calcio – ammette Lacchè – è vasta, quindi è normale che altre squadre ambiscano a venire ad Auronzo. Ho saputo che una squadra importante ha già chiesto disponibilità. In passato lo ha fatto una squadra di blasone, probabilmente il Bologna. Però, come altre squadre possono venire ad Auronzo, anche altre località hanno chiesto di poter ospitare la Lazio”. 

Da non perdere

Iscriviti alla Newsletter

Per le ultime notizie sulla Lazio iscriviti alla newsletter. E' GRATIS

Le altre notizie sulla Lazio

NEWS DI OGGI