Tudor smorza subito gli animi “Un tifoso della Lazio di 27 anni mi ha richiesto lo scudetto”

PUBBLICITA

LAZIO NEWS

“La verità ti fa male lo so”, cantava Caterina Caselli nel lontano 1966. E’ vero la verità fa male perché chiarisce ogni dubbio, cancella ogni speranza e annienta ogni sogno che ognuno di noi ha nella propria mente.

Mentre con Sarri qualche frase ad effetto ogni tanto veniva fuori, mister Tudor sin dai primissimi giorni da tecnico della Lazio, ci ha riportato tutti coi piedi per terra. Per carità, niente da dire, però fa male sapere certe cose, in maniera così diretta e senza usare mezzi termini. Noi saremo sempre dalla parte del tifoso che punta al massimo, perché rassegnarci a una vita da mediocri non è nel nostro stile. W la realtà, ma lavorare sempre al sogno che si custodisce dentro il proprio cassetto è la molla per raggiungere ogni traguardo.

Tudor in conferenza stampa prima di Monza Lazio

Sarri, nelle sue prime conferenze stampa, ha cercato di rendere consapevoli i tifosi al riguardo. Tuttavia, dove c’è un amore smisurato, spesso manca l’obiettività. Un allenatore e un club devono sempre fare valutazioni oneste. Se agli atleti viene chiesto di conseguire obiettivi inaccessibili, ciò non è costruttivo. Le aspettative devono essere alte, ma deve prevalere sempre l’obiettività, altrimenti non si agisce nell’interesse del club. Mi è capitato di parlare con un tifoso della Lazio di 27/28 anni che mi ha richiesto lo scudetto. Abbiamo discusso di questo argomento, lui è molto appassionato ed è giusto per lui, ma c’è bisogno anche di realismo”.

Tutto ciò mentre domenica prossima allo stadio Olimpico si celebreranno i 50 anni dal primo scudetto della nostra Lazio.


whatsapp canale
facebook canale

LIVE NEWS

PUBBLICITA