Lazio, Parolo promuove Marco Baroni. Calciomercato Lazio

LAZIO NEWS

Marco Parolo su DAZN: Commenti sull’Arrivo di Baroni alla Lazio

Dai microfoni di Notizie.com, Marco Parolo, ex centrocampista della Lazio ora commentatore per DAZN, ha discusso dell’arrivo di Marco Baroni alla guida del club biancoceleste. Parolo ha offerto una panoramica dettagliata della situazione attuale, paragonando l’ingresso di Baroni con le sue esperienze precedenti all’interno del club.

L’Arrivo alla Lazio nel 2014

Nell’estate del 2014, la Lazio si trovò a dover sostituire Reja, scegliendo Stefano Pioli come nuovo allenatore. In quel periodo, il club ha acquisito Marco Parolo dal Parma e Dusan Basta dall’Udinese. “Io e Dusan ci mettemmo poco a capire dove stavamo,” ha ricordato Parolo. “Avevamo l’esperienza giusta per costruire, fin da subito, un nuovo percorso con il mister.” Tuttavia, ha anche notato che altri giocatori, provenienti da campionati e realtà diverse, inizialmente faticarono ad ambientarsi.

Il Calciomercato della Lazio

Parolo ha commentato attentamente le attuali mosse di mercato della Lazio. Ha osservato come il club stia seguendo giocatori come Tchaouna, Noslin e Samardzic, definendoli come scelte promettenti. “Mi sembra una buona strada,” ha dichiarato. Parolo ha fatto poi un confronto con l’estate del 2016, quando Inzaghi era al comando. “Inzaghi aveva la forza di conoscere alla perfezione l’ambiente,” ha sottolineato, aggiungendo che questa conoscenza approfondita del club, delle persone e delle dinamiche interne è stata la sua grande forza.

Pioli, Inzaghi e Baroni: Confronti e Considerazioni

Parlando delle differenze tra i recenti allenatori della Lazio, Parolo ha affermato che la situazione attuale non può esser paragonata direttamente a quella del passato. “Baroni non è un tecnico giovane ed emergente, come lo era Inzaghi,” ha spiegato. Parolo vede molte più similitudini tra l’arrivo di Pioli e quello di Baroni. Entrambi erano reduci da esperienze diverse e hanno trovato nella Lazio un ambiente con ambizioni elevate. Inzaghi, dal canto suo, era un giovane allenatore in rampa di lancio che ha sfruttato la sua conoscenza interna del club per raggiungere importanti traguardi. “Ha saputo gestire alla grande e ha permesso di aprire e chiudere un progetto vincente,” ha concluso Parolo.


whatsapp canale
facebook canale

LIVE NEWS

PUBBLICITA