Firmani: “Lazio troppo brutta per essere vera. Tifosi credete in questa squadra”

L’ex centrocampista biancoceleste Fabio Firmani è intervenuto a Radio Olympia per parlare della disfatta della Lazio al San Paolo: “E’ stata una partita molto negativa, a senso unico. Tutti abbiamo negli occhi la squadra dello scorso anno e questa Lazio è troppo brutta per essere vera. La squadra è la stessa dello scorso anno, è vero che ci sono stati tanti infortuni ma nessuno si aspettava queste sconfitte. E’ stato sbagliato l’approccio alle parite”. I tifosi criticano un mercato non all’altezza, ma per Firmani la società non poteva fare di meglio: “Ci si aspettava qualche innesto differente nel mercato, però per rinforzare la squadra della scorsa stagione andavano presi giocatori da 30-40 mln. Nel suo 11 la Lazio è difficilmente rinforzabile. Si è scelto di prendere 2-3 giovani di spessore che stanno dando un contributo a fasi alterne. Biglia? Ha grande mercato e in futuro potrebbe lasciare la Lazio. La società non può offrirgli l’ingaggio dei top club. Credo che lui in accordo con la società abbia deciso di rimanere. Comunque secondo me lui non vuole andarsene ad ogni costo, è un grande professionista e sicuramente finché resterà alla Lazio darà il massimo.

Il dirigente romano indica la strada per uscire dalla crisi: “L’anno scorso c’era unione di intenti e tutti remavano nella stessa direzione, adesso si nota qualche problematica. Speriamo che questo inizio di campionato spinga la squadra a metterci il 110% per rialzarsi. La Lazio può dare una risposta come ha fatto il Napoli nelle ultime due partite. Bisogna ritrovare il ritmo e l’intensità. La forza della squadra è nei valori umani dato che è formata da grandi professionisti dediti al lavoro. Dalle partite con Chievo e Napoli il messaggio che la squadra deve recepire è che abbassando l’intensità non vinci neanche contro Carpi e Frosinone. Gli anziani devono aiutare i più giovani. La Lazio tecnicamente è molto forte: è da terzo posto. Già l’anno scorso ci credevo in quell’impresa, il club ha fatto un campionato in linea con i suoi valori che sono gli stessi di quest’anno. Con un Candreva, Klose e Biglia hai qualcosa in più in campo, soprattutto a livello mentale. La squadra ora deve fare quadrato, anche organizzare una cena tutti insieme può aiutare”. Napoli brucia ancora, ma domani si gioca: “Pioli ha detto che l’Europa non può essere un alibi, questo è un segnale importante alla squadra. Rigiocare dopo 3 giorni è meglio perché la Lazio ha le potenzialità per fare una grande gara e battere il Genoa. Dopo un 5 a 0 un giocatore vive male la settimana e non vede l’ora di riscattarsi”.

Firmani crede fermamente nella Lazio: “Il gruppo ha le qualità per rialzarsi e fare un grande campionato. Dopo un’annata strepitosa, inconsciamente può capitare di rilassarsi e di convincersi di essere indistruttibili. Adesso bisogna rimettersi a pedalare. Al di là della preoccupazione dei tifosi, darei fiducia al gruppo. E’ sicuramente lecito che il tifoso critiche e sia arrabbiato però bisogna dare fiducia a questa squadra”. Firmani cerca di capire qual è la causa di questo tracollo:La squadra era sicura di andare in Champions, ha meritato nella gara d’andata e c’era una grande euforia e convinzione da parte di tutto l’ambiente di giocare i gironi. L’eliminazione ha fatto da contraccolpo e la squadra ne è rimasta scottata. Ora bisogna mettere da parte questa delusione e cercare di arrivare di nuovi tra i primi tre per rigiocarsi il playoff di Champions. In tal caso, sono sicuro che la Lazio lo affronterebbe in maniera diversa”. 

Da non perdere

Iscriviti alla Newsletter

Per le ultime notizie sulla Lazio iscriviti alla newsletter. E' GRATIS