Parolo sprona la Lazio: “Testa bassa e lavorare. Torneremo quelli di prima”. Poi elogia Candreva

Dopo la vittoria dell’Italia sul Malta, ai microfoni di Rai Sport ha parlato Marco Parolo: “E’ stato difficile trovare il gol perché abbiamo trovato una squadra che si difendeva con tutti dietro la linea della palla. Serviva il gol per sbloccare la gara, stavamo spingendo tanto e il gol era nell’aria. Siamo contenti della vittoria, di essere primi nel girone,dobbiamo continuare così. Domenica con una grande partita possiamo chiudere la pratica. Queste gare si sbloccano con un calcio piazzato o con una giocata, va trovato il varco giusto e poi diventa tutto più facile. Non esistono squadre cuscinetto perché tutte le nazionali si preparano studiando ogni dettaglio. L’insidia è dietro l’angolo e si rischia di prendere gol su ripartenza. Oggi siamo stati bravi e abbiamo trovato una vittoria che ci serviva, che ci dà morale per domenica. Candreva? Tutti abbiamo messo il massimo impegno, Antonio è molto bravo nell’uno contro uno sull’esterno, ha creato spesso superiorità e per me, che sono un centrocampista che ama inserirsi, è l’ideale. Ho avuto qualche occasione per fare gol, ci sono andato vicino, speriamo che possa arrivare domenica”. 

Parolo ha poi proseguito la sua intervista ai microfoni di Sky, in cui ha parlato del suo compagno in biancoceleste Candreva e del momento Lazio: “Candreva cambia sempre le partite con la Lazio, anche stasera ha fatto la differenza. Crea spesso superiorità ed è bravo nell’uno contro uno. E’ un giocatore fondamentale. Lazio? Dobbiamo lavorare e alzare i ritmi. Sono convinto che presto le cose torneranno come prima. Non ci dobbiamo far distrarre dalle critiche esterne: non eravamo fenomeni prima e non siamo brocchi ora. Testa e bassa e lavorare, le nostre qualità riemergeranno”.

 

Da non perdere

Iscriviti alla Newsletter

Per le ultime notizie sulla Lazio iscriviti alla newsletter. E' GRATIS