Pioli: “Non era facile oggi, grande prestazione da squadra”

Queste le parole di Stefano Pioli ai microfoni ai microfono di Sportmediaset al termine della partita con l’Udinese:

LA PARTITA E MATRI – “Io penso che dobbiamo sempre guardare avanti. L’importante era avere la reazione giusta, la squadra ha avuto carattere e determinazione. Abbiamo lottato su ogni pallone, ci si dimentica spesso da dove siamo partiti e ogni tanto è bene ricordarlo. Oggi abbiamo meritato di vincere e abbiamo fatto una grande prestazione. Forse potevamo avere più ritmo nel primo tempo, ma non era facile perchè gli avversari ci aspettavano ma abbiamo creato comunque delle occasioni. Matri? si è fatto trovare pronto da centravanti quale è, siamo in un momento in cui ci mancano dei giocatori, ma non ho mai usato queste giustificazioni, è un momento così tanti infortuni, sono arrivati giocatori nuovi, ma abbiamo le possibilità di dimostrare che siamo competititivi.

SUI GIOVANI – “Ci sono dei momenti giusti per inserire i giovani, e in altri momenti è più giusto affidarci a chi conosce già queste situazioni, veniamo da 2 sconfitte pesanti e c’eran bisogno di certi atteggiamenti in campo e Io li ho visti. Dobbiamo essere ancora quella squadra che è attenta tutti e 95 i minuti e con tale qualità abbiamo tante possibilità di vincere le partite.”

SOSTITUZIONI LULIC-CANDREVA – “Non ho tolto né Candreva né Lulic per prestazioni sottotono, ma ho avvertito la sensazione che serviva gente fresca che stava bene. E’ stato bravo chi è entrato e chi è uscito, contro un avversario molto complicato che ci ha messo in difficoltà Ho tante soluzioni e ho pensato di mettere gente fresca.

CANDREVA AMAREGGIATO: “Credo sia giusto che un giocatore non esca dal campo contento, è normale. Non voglio giocatori contenti di stare in panchina e neanche sorridenti quando escono, ma vogliosi di entrare e giocare. Dobbiamo trovare queste prestazioni con continuità per ritrovare l’autostima che qualche risultato negativo ci ha tolto

HOEDT – “Ha personalità, l’Udinese aveva attaccanti difficili e sia Mauricio che Hoedt hanno fatto molto bene. Hoedt a buone qualità ora ho a disposizione 3 centrali e dobbiamo affrontare 7 partite in 21 giorni ma ci sarà spazio per tutti. L’importante è che si facciano trovare pronti, e se lavorano bene ci saranno le risposte in campo.

Il tecnico biancoceleste ha poi lasciato altre dichiarazioni su Lazio Style Radio 89.3;
MOMENTO LAZIO – “E’ un momento delicato, volevamo altri risultati a inizio stagione, ma proprio perché il momento delicato mi è piaciuta la reazione della squadra di voler far bene, possiamo trovare il guizzo vincente, abbiamo dei valori, ma devi essere dentro la partita con determinazione, l’imprevisto può arrivare e devi essere forte a livello mentale. La partita non era semplice l’avversario era difficile, abbiamo aspettato il momento per colpirli e abbiamo vinto meritatamente. Dobbiamo ritrovare la solidità mentale, ci sta di passare in vantaggio, ma devi avere conspaevolezza per giocare dall’inizio alla fine.”

MAURICIO E HOEDT – “Se i difensori fanno bene è perchè gli attaccanti e i centrocampisti hanno lavorato in un certo modo, quindi tutta la squadra ha fatto bene contro un avversario che ha dei valori.”

LE PROSSIME PARTITE – “Non vedo l’ora di dare continuità ai miei giocatori, con le prestazioni e i risultati puoi avere stagioni importanti, ho grande fiducia.

I PUNTI IN PIU’ – “È sbagliato confrontare con la stagione passata, questa è un altra squadra…un altro cmapionato, se ogni partita ha una storia a se figuriamoci un altro campionato. Volevamo più punti ma oggi abbiamo avuto la reazione giusta.”

DNIPRO“Ora testa al Dnipro, è una squadra importante del girone, sarà un bel test. Valuteremo le cose positive di oggi ma anche le negative e dove migliaiorare. La parita di oggi deve darci entusiamo e volontà di giocare con decisione in Ucraina

L’INTERVALLO – “Nell’intervallo ho detto di alzare il ritmo, dovevamo aprire di più il gioco per creare superiorità numerica sulle fasce, e sfruttare qualche spazio in più, ma quando affronti un avversario chiuso non è facile, per questo siamo stati intelligenti a non perdere gli equilibri. Ho visto bene l’Udinese a Torino e la Juve ha fatto fatica a creare azioni da gol, le difficoltà ci saranno ma con questa attenzione possiamo essere competitiivi in ogni partita“.

Pioli ha parlato anche a SkySport “Con Keita ho parlato a lungo, ora è più completo. Per me è un attaccante centrale, ma ha le caratteristiche per giocare ovunque davanti. Sono soddisfatto ma può ancora crescere molto, lavorando in allenamento come sta facendo! Felipe Anderson? Troppe volte si è parlato di mancanza di fiducia o esclusione, qui ci sono tanti ottimi giocatori! Ho grande fiducia in lui, è giovane e può migliorare ancora tanto“.

Da non perdere

Iscriviti alla Newsletter

Per le ultime notizie sulla Lazio iscriviti alla newsletter. E' GRATIS