Bacci: “Grazie a Pioli è tornata la vera Lazio. Biglia e Parolo…”

Dopo il successo ottenuto ieri sera con il Saint Etienne, la Lazio, si ritrova al comando del proprio girone a pari punti con il Dnipro. Sul terreno di gioco, a detta di Roberto Bacci, l’uomo della provvidenza è stato ancora una volta Lucas Biglia.

L’ex centrocampista biancoceleste, tramite Tuttomercatoweb.com, ha così commentato il successo dei biancocelesti:

“In questo momento la Lazio sembra essere tornata se stessa, sta crescendo e sembra che anche la fortunata sia tornata a guardare con occhio benevolo i biancocelesti. Che sia in fase di crescita è sotto gli occhi di tutti. Dopo il brutto inizio di campionato, soprattutto in trasferta, le cose stanno finalmente migliorando. Non era semplice reagire subito ma grazie anche al gran lavoro del tecnico ci sono riusciti. Alla faccia di tutti quelli che non credevano in lei la Lazio è tornata”.

Nell’incontro di ieri a parte la rete del solito Biglia, hanno trovato la via della rete anche Onazi e Hoedt:

“Sono contento per il difensore olandese. Il campionato italiano è difficile, agli stranieri serve tempo per ambientarsi. Era facile per lui deprimersi dopo la brutta serata di Napoli invece ha dimostrato grande carattere, uscendo alla grande dopo quella partita. Ieri sera è stato protagonista di una grande prestazione, realizzando anche uno splendido gol, non facile da fare per un difensore”.

I biancocelesti sono scesi in campo senza punta di ruolo, secondo te scelta tattica del tecnico o solo causa degli infortuni?

“Nel reparto avanzato abbiamo avuto molte difficoltà ma ora con la sosta speriamo che qualcuno possa recuperare. Djordjevic, Klose e Matri, non si regalano a nessuno, sono dei grandi giocatori, la loro mancanza si è sentita, anche se Keita ha saputo essere all’altezza giostrando in un ruolo non suo”.

Anche l’assenza di Biglia è stata determinante:

“Certo, questa squadra non può fare a meno di lui. Orchestra il centrocampo, guida i compagni, è cresciuto tanto. Ora ha anche preso familiarità con il gol, è insostituibile e difficilmente tradisce nelle partite determinanti. Come Parolo, suo compagno di reparto, è un’arma in più a disposizione di Pioli. Giocatori così forti ce ne sono pochi in Italia, ma anche in Europa non è facile trovarne”.

Da non perdere

Iscriviti alla Newsletter

Per le ultime notizie sulla Lazio iscriviti alla newsletter. E' GRATIS