Ferguson: “Morrison grande giocatore, ma sommerso da troppi guai”

Niente più errori per Ravel Morrison. Un obiettivo quello dichiarato ai microfoni del ‘Sun’ dettato dalla coscienza di aver fallito già troppe occasioni e che è tempo una volta per tutte di zittire gli scettici, ma anche quell’Alex Ferguson che lo ha allenato e coccolato allo United prima di essere costretto dall’avversa fortuna a lasciarlo andare. L’ex tecnico dei ‘Red Devils’ ha infatti parlato anche del numero 7 biancoceleste nella sua autobiografia intitolata ‘Leading’: “Purtroppo tanti calciatori possiedono un enorme talento ma non la forza emotiva e mentale necessaria per superare le proprie ferite infantili e i demoni interiori. Tra essi, Morrison potrebbe costituire il caso più triste: quando era allo United, infatti, nonostante il suo grande talento, si metteva continuamente nei guai. Fu un grande dolore venderlo nel 2012 al West Ham, perché avrebbe potuto essere un giocatore fantastico. E invece siamo stati costretti a tagliare la corda, perché i suoi problemi fuori dal campo nel corso degli anni erano aumentati a dismisura“.

Da non perdere

Iscriviti alla Newsletter

Per le ultime notizie sulla Lazio iscriviti alla newsletter. E' GRATIS