Keita da applausi, la Lazio vola!

È una Lazio vogliosa di portare a casa il quarto successo di fila quella che scende in campo alle 18 contro il Frosinone. L’Inter ha pareggiato, il Sassuolo ha perso e la Fiorentina giocherà alle 20.45, c’è davvero la possibilità di arrivare alla sosta nelle zone alte della classifica. La Lazio comincia forte, ma non crea occasioni da gol nitide nei primi minuti. La palla gol piu nitida la ha Gentiletti che da calcio d’angolo anticipa tutti e la palla esce di niente. A metà primo tempo, invece, da ricordare l’infortunio di Marchetti. In uscita si fa male ad uno zigomo, in un primo momento sembra potercela fare, ma dopo qualche minuto deve lasciare il campo, dentro Berisha. Nel primo tempo poi, non succede granché, e si va negli spogliatoi sul risultato di 0-0. Ad inizio secondo tempo, dopo neanche un minuto, il primo vero brivido: Dionisi lanciato a rete calcia con il sinistro e Berisha è prodigioso. La Lazio si scuote, il pubblico capisce la situazione e si fa sentire sempre di più. La Lazio spinge, ma il Frosinone fa paura. In un minuto Soddimo prima costringe Berisha ad un miracolo, e poi Blanchard colpisce la traversa. La fortuna sicuro non aiuta la Lazio, anche Basta si fa male ed esce per Konko, nel momento in cui Keita rileva Kishna. Dopo qualche minuto però, Lulic si accascia, problemi muscolari per lui, ma Pioli ha finito i cambi e deve restare in campo, anche se vistosamente zoppicante. La Lazio è virtualmente in 10. Parolo si mette a fare il terzino, e Lulic si piazza a centrocampo. Una Lazio in totale emergenza! Nelle emergenze e nelle difficoltà la Lazio, ancora una volta, si compatta. Keita entra con foga, il pubblico aiuta a gettare il cuore oltre l’ostacolo e prova a chiudere il Frosinone nella propria area di rigore. A 10′ dal termine il lampo: imbucata per Djordjevic che fa sponda per Keita. Stop e tiro potente, la palla bacia il palo, ed entra. Keita si leva la maglia ed urla come un pazzo, l’Olimpico con lui…I seguenti dieci minuti sono di ordinaria follia, la Lazio incerottata e stanca non vuole assolutamente sprecare questo preziosissimo vantaggio! Si soffre e si lotta, ma il Frosinone non fa più paura! Al 93′ invece è la Lazio che trova il raddoppio, con Djordjevic dopo un contropiede splendido di Keita. Triplice fischio e braccia al cielo. Quattro su quattro in casa, difesa ancora imbattuta, ed un cuore che, ancora una volta, ha dimostrato essere davvero grande! Vola Lazio, ed ora non fermarti!