LAZIONALI – Maledizione-Biglia: lesione di primo grado alla coscia

AGGIORNAMENTO DELLE ORE 8.50 – Secondo quanto riporta Il Corriere dello Sport, il centrocampista farà rientro oggi in Italia e nelle prossime ore si sottoporrà ad ulteriori esami strumentali.
I medici della Lazio cercheranno un quadro più preciso della situazione e di stabilire i relativi tempi di recupero. Se verrà confermata la lesione di primo grado allora l’argentino ne avrà per quindici giorni, saltando così le prime sfide dello stancante tour de force che attende i biancocelesti:  Sassuolo-Lazio di domenica, Lazio-Rosenborg del 22 ottobre in Europa League,  Lazio-Torino del 25 ottobre e Atalanta-Lazio il 28. 

AGGIORNAMENTO 11/10 DELLE ORE 7.00 – Brutte notizie in casa Lazio, la persecuzione della sfortuna nei confronti del suo regista continua: sono infatti più gravi del previsto le condizioni di Lucas Biglia. Lo staff medico della Selección riporta che gli esami svolti hanno evidenziato una lesione di primo grado al bicipite femorale della coscia sinistra. Il centrocampista della Lazio salterà sicuramente il prossimo impegno della Nazionale contro il Paraguay, ma anche la presenza contro il Sassuolo sembra essere in fortissimo dubbio. Biglia nel fratempo già ha lasciato il ritiro dell’Argentina ed è pronto a far ritorno a Roma per effettuare le cure necessarie.

C’è un problema fisico per Lucas Biglia, il regista argentino è stato sottoposto in giornata ad accertamenti strumentali dopo aver accusato dolore alla regione inguinale destra. La Federazione argentina, tramite Twitter, comunica che nella giornata di domani continuerà a valutare l’evoluzione delle condizioni del centrocampista, difficile vederlo in campo nella seconda partita delle qualificazioni ai Mondiali contro il Paraguay mercoledì prossimo. Pioli e i tifosi biancocelesti incrociano le dita, sperando che la sfortuna non si accanisca ancora sul capitano biancoceleste…la Lazio ha bisogno di lui.

Da non perdere

Iscriviti alla Newsletter

Per le ultime notizie sulla Lazio iscriviti alla newsletter. E' GRATIS