Seguici sui Social

News

Pioli: “E’ un momento delicato. Vogliamo e dobbiamo fare di più…”

Pubblicato

in



Queste le parole rilasciate da mister ai microfoni Mediaset premium dopo la pesantissima sconfitta interna contro i rossoneri:

Siamo stati in difficoltà, l’avversario ci ha chiuso gli spazi, da parte nostra serviva più ritmo e ampiezza e invece abbiamo fatto fatica, abbiamo preso gol nei momenti importanti della gara commettendo purtroppo qualche ingenuità“. Il momento No è mostrato dal fatto che anche i giocatori rappresentativi sono in difficoltà: “Tutti i giocatori singoli risentono della prestazione del collettivo, oggi abbiamo fatto fatica l’avversairo era compatto, era più veloce e ha giocato in contropiede.. il primo gol si poteva evitare, poi potevamo rimetterla in piedi ma…non è stata la nostra prestazione migliore. Ora dobbiamo pensare alla prossima partita e abbiamo bisogno di un grande risultato al derby“.
Prima del derby c’è una partita importante in Europa League: “L’europa è una competizione importante, abbiamo un turno dove se vinci hai possibilità di passare il turno ma la nostra priorità è il derby per l’importanza che ha per l’ambiente e per noi. Sono arrivate due sconfitte ma dobbiamo riprenderci, ora andiamo a Rosenborg e torneremo solo venerdì ma dobbiamo preparare bene il derby. Mini crisi? Stasera troppe difficoltà ci voleva più ritmo e anche uno spirito più forte perchè dovevamo ripartire i casa con i nostri tifosi. Bravi gli avversari che ci hanno chiuso gli spazi ma dobbiamo fare di piùDovevamo avere un ritmo più alto, quando già da dietro il giro palla non è veloce è chiaro che una squadra compatta e organizzata come il Milan ti fa male, oggi non eravamo nella serata migliore. Il modulo? Questa è stata una delle poche patite in cui non siamo stati pericolosi dovevamo muoverci di più e non facendolo abbiamo facilitato gli avversari, sono i movimenti e i tempi di gioco che questa sera non sono stati precisi. Purtroppo siamo stati in difficoltà in tutta la gara, non per mancanza di volontà…ma perchè la serata non è stata delle migliori, in tante situazioni il Milan è stato superiore, è un peccato perchè la mia squadra è superiore alla prestazione messa oggi in campo. Questa sconfitta è diventata un momento delicato, non siamo lontani in classifica ma vogliamo fare di più è una sconfitta pesante ma è in questi momenti che si vede la compattezza e la voglia di una squadra di uscire fuori

Intervistato anche da Sky ha rilasciato le seguenti dichiarazioni: “Sono sicuro deluso della prestazione. Non è stata una bella partita. Siamo stati in difficoltà, dovevamo affrontare la gara diversamente. Il Milan ha vinto meritatamente. Il momento è delicato, ma ho fiducia e so che sapremo ripartire. Il derby sarà determinante per ritrovare la fiducia e l’ambiente che stiamo perdendo. La Lazio oggi è mancata nell’atteggiamento, che non vuol dire assolutamente non impegnarsi. Siamo andati sotto per un errore nostro, così come negli altri gol ci abbiamo messo del nostro. Ma c’era il tempo per rimediare, dovevamo avere più determinazione e più fiducia in noi stessi. È stata una serata difficile. Il Milan ha fatto la partita che ci aspettavamo, non siamo riusciti a fare ciò che abbiamo preparato. Abbiamo mosso palla in maniera lenta. Cosa manca per tornare quelli dello scorso anno? Non siamo riusciti a trovare continuità di risultati e abbiamo perso fiducia in noi stessi. L’entusiasmo e la serenità serve per fare un calcio aggressivo ed offensivo. I risultati sono arrivati grazie al lavoro svolto, e sono fondamentali per il nostro ambiente”

News

LAZIO Escalante – Conferenza di presentazione: “Voglio farmi valere”

Pubblicato

in

Lazio Escalante


LAZIO Escalante – Questo pomeriggio, il classe ’93 argentino è stato presentato in conferenza stampa a Formello

LAZIO Escalante: “Mi fa piacere far parte di questo gruppo, per me è un sogno. Sono pronto per iniziare questa stagione. Mi piace giocare davanti alla difesa, questo mi rende felice. Sto cercando di fare le cose semplici in attesa di avere una chance. Domani esordiremo in campionato. Idoli? In Argentina si vede molto calcio, mi ricordo di Almeyda, Scaloni, Crespo, Veron. Stare qui è una grande soddisfazione, ora aspetto un’opportunità per giocare. Quando ho saputo che i biancocelesti mi volevano, ho detto al mio agente che volevo trasferirmi a Roma. Sono veramente felice della scelta fatta. Il calcio italiano è diverso rispetto alla Liga. Penso di essere cambiato rispetto all’esperienza di Catania, sono maturato e mi affido al mister. Sarà difficile superare la concorrenza di giocatori come Luis Alberto, Leiva e Milinkovic, ma mi allenerò al meglio per ritagliarmi il mio spazio”.

Continua a leggere

Articoli più letti