Zarate: “La nascita dei miei figli mi ha fatto maturare. L’esperienza alla Lazio mi ha toccato particolarmente”

PUBBLICITA

LAZIO NEWS

Dopo l’esordio con la maglia viola di domenica scorsa, oggi, per Mauro Zarate è arrivato il momento della presentazione alla stampa. Nel corso dell’intervista l’ex biancoceleste ha parlato sia della sua nuova esperienza a Firenze che di quelle precedenti.

PUBBLICITA

Dopo quella inglese una nuova esperienza in Italia: “Sono felicissimo di essere di nuovo qui. Sono arrivato in una grande squadra, dove ho l’occasione di dimostrare le mie qualità. E’ una grande opportunità per me, ho la possibilità di rimettermi in gioco e voglio tornare a fare bene. Quella in Inghilterra è stata un’esperienza bellissima, il calcio inglese è bello e si sta bene in Premier. Però non ricoprivo il mio ruolo abitudinario e ho deciso di venire qui per giocare da vero attaccante”.

Come ti trovi a Firenze: “Già nel 2008-2009 ero stato vicino ai viola. Qui è tutto bellissimo, grande piazza, tifosi grandiosi e un Centro Sportivo da grande squadra. A Firenze gli argentini hanno sempre fatto bene; il più importante sicuramente è stato Batistuta e lui è un mito per tutti noi argentini. Ho fatto tanti errori nella mia carriera. Andare in Qatar a 20 anni è stato il primo. Però poi sono stato in Inghilterra e alla Lazio. Ora ho parlato con Sousa, il tecnico mi dirà come potrò aiutare al meglio la squadra. Il mio ruolo preferito è fare l’attaccante ‘libero’, senza avere un riferimento preciso. Questo è stato il problema per cui ho lasciato l’Inghilterra. Sono venuto qui per lottare per i primi tre posti e, con un po’ di fortuna, anche per lo scudetto. Dobbiamo continuare a fare bene e avere fortuna contro Juve e Napoli che stanno facendo benissimo”.

Altri argentini stanno facendo benissimo in campionato: “Da argentino sono felice che Dybala e Higuain stiano facendo bene. Higuain è la più forte punta centrale del mondo”.

Cos’è cambiato in confronto alla tua prima esperienza in Italia? “Sono cresciuto da allora. Devo dire grazie alla nascita dei miei figli non solo all’esperienza in Inghilterra se sono maturato. Quel periodo alla Lazio mi ha toccato tantissimo. Andare al Velez mi ha fatto bene, ho riconquistato fiducia nei miei mezzi e ho fatto tanti gol. Poi in Inghilterra ho fatto una bella esperienza. Adesso sono felice in Italia e ho tanta voglia di fare bene”.

Sono in molti a nutrire dubbi nei tuoi confronti: “Ora è inutile parlare, meglio darsi da fare in silenzio. Anche quando sono arrivato alla Lazio nessuno mi conosceva, però hanno imparato a conoscermi”.


facebook
PUBBLICITA

LIVE NEWS