Seguici sui Social

Arabic AR Chinese (Simplified) ZH-CN English EN French FR Italian IT Russian RU Spanish ES

News

ZEMAN – Sabato 1000 panchine. Ma che rimpianti alla guida della Lazio…

Pubblicato

in



Zdenek sabato raggiungerà quota 1000 panchine in carriera. Il tecnico che ha rivoluzionato il calcio offensivo in Italia, allenò anche la

ZEMAN E LA LAZIO, GIOIE E DOLORI

Fu Cragnotti a prelevare Zeman dal Foggia per portarlo alla Lazio. Con lui arrivarono anche Signori e Rambaudi. E fu l’inizio di Zemanlandia. Con la squadra biancoceleste, che annoverava grandi campioni in rosa, arrivò secondo in classifica nel 1995. Fu questo l’apice della carriera del boemo. Tar sigarette e gol, Zeman riuscì a portare la lazio in Europa. Quell’eliminazione beffa contro il Dortmund in Coppa Uefa, viene ricordata come lo scempio di Tenerife. Ma poi ci tornano in mente anche gli 8 gol alla Fiorentina e i 7 al Foggia.

“NON HO VINTO SCUDETTI, MA HO SCOPERTO CALCIATORI”

Il punto di forza del boemo è sicuramente quello di scoprire i calciatori di talento. Ha lancoato Signori, ha inciso su Nesta, ha scoperto Verratti. “Non ho mai vinto uno Scudetto ma ovunque ho lavorato sono andato sempre ben oltre le aspettative di società e ambienti. Tra i calciatori su cui ho inciso di più annovero Signori, poi Nesta, che arrivava dal settore giovanile, e Verratti, che ha avuto uno straordinario exploit. Gli attaccanti più forti che ho avuto? Tanti, non faccio nomi. Ma perché non parliamo dei difensori? Con me sono arrivati nelle nazionali Negro, Favalli, Nesta e Chamot“.

PANCHINA NUMERO 1000

Sabato, alla guida del suo , Zdenek Zeman toccherà quota 1000 panchine. E che Zemanlandia non finisca mai…

Continua a leggere
Pubblicità

News

LAZIO BOLOGNA Hoedt: “Darò tutto per la Lazio. Noi più forti del Brugges”

Pubblicato

in



BOLOGNA Hoedt è ritornato alla Lazio con la voglia giusta, il difensore dopo le prime partite un po’ sottotono ha disputato una buona gara

LAZIO BOLOGNA Hoedt – All’Olimpico il risultato finisce per 2-1 in favore dei biancocelesti. A segno Luis Alberto e Immobile,

“Il Brugge è forte, ha un allenatore forte, hanno vinto il campionato l’anno scorso con 15 punti di vantaggio. Hanno dei giocatori molto forti, però se dobbiamo sinceri noi sappiamo di essere più forti e andremo lì solo per ottenere i 3 punti. In mezzo alla difesa mi trovo bene, posso giocare anche a sinistra, sono a disposizione del mister, però mi piace più fare il centrale ma non ho problemi. Ho fatto un giro in Europa e Roma mi mancava tanto, adesso sono tornato e mi piace tanto. Nella mia vita è cambiato molto, ho trovato l’amore e adesso posso puntare sul calcio e farmi vedere di nuovo. Devo fare di tutto per questa società e questi tifosi. Andare in Europa mi è servito molto, ho 9 kili in più, è una cosa importante, sono diventato un altro uomo, non sono più ragazzino, ora sono cresciuto e mi è servito molto, ora so che questo è il calcio e sono qui per questo”.

LAZIO BOLOGNA Immobile: “Felice per il gol e per i 3 punti. Siamo stati cinici”

PAGELLE LAZIO BOLOGNA – Luis Alberto e Immobile portano a casa la vittoria

Continua a leggere

Articoli più letti