Seguici sui Social

News

De Cosmi: “Il punto di forza della Lazio è la disponibilità del gruppo”

Pubblicato

il

La formazione della Lazio
PUBBLICITA

Per parlare della squadra biancoceleste è intervenuto ai microfoni di Lazio Style Radio 89.3 Roberto De Cosmi:

“C’è tanta qualità nella rosa biancoceleste, in ogni reparto. Il centrocampo biancoceleste, in particolare, ha tanta qualità. Lukaku e Marusic hanno dimostrato grande gamba. Al centro Milinkovic, Luis Alberto e Murgia hanno dimostrato il loro valore ben figurando nelle gare amichevoli disputate ad Auronzo di Cadore. Mi convince molto la difesa a tre. Nel centro-sinistra mi aspetto l’utilizzo di Hoedt o Radu, al centro quello di de Vrij e sul centro-destra Wallace, Bastos e Luiz Felipe. Nel calcio moderno è necessario che il portiere sappia giocare con i piedi. Per la retroguardia è importante anche la figura dell’estremo difensore. Gli esterni biancocelesti sono molto forti. Sanno offendere e sanno, allo stesso tempo, scivolar bene in fase di non possesso. Lulic rappresenta l’elemento in più della rosa che potrebbe fare, nel corso dell’anno, anche la mezz’ala. A destra c’è la giusta esperienza in Dusan Basta e la disponibilità di Patric che, a sua volta, può giocare su entrambe le fasce. Marusic è stato una bella sorpresa. Inzaghi ha ottime risorse a sua disposizione. Il punto di forza di questa Lazio è la disponibilità di tutti i calciatori. Crecco e Lombardi hanno sempre risposto positivamente alle chiamate di mister Inzaghi: il tecnico piacentino li conosce da quando i due giocavano nel Settore Giovanile. Li conosco anche io, sono veramente laziali e ripagano la fiducia del mister in ogni allenamento. Luis Alberto ha qualità tecniche fuori dal comune. Ha trovato il suo spazio e la propria identità nell’ultima fase del campionato. Ha trovato inizialmente delle difficoltà ma il tempo gli ha dato ragione. Lo spagnolo ci ha fatto vedere tutto il suo spessore”.

LEGGI LE PAROLE DI MARCHISIO SULLA SUPERCOPPA

LASCIA UN ‘LIKE’ ALLA NOSTRA NUOVA PAGINA FACEBOOK

DIVENTA NOSTRO FOLLOWER SU TWITTER

 


Pubblicità

Focus

LA NOSTRA STORIA Domenico ‘Mimmo’ Caso

Pubblicato

il


LA NOSTRA STORIA Domenico MimmoCaso nasce a Eboli (SA) il 9 maggio 1954. Centrocampista, fa il suo debutto nel calcio professionistico con la Fiorentina. Nella stagione 1974-1975 vince il suo primo trofeo: la Coppa Italia. Nella stagione 1978-1979 Caso lascia la Fiorentina e si trasferisce al Napoli. Nell’estate 1979 passa all’Inter. Nel 1980 si laurea Campione d’Italia. Dopo l’esperienza in nerazzurro passa per due anni in Serie B al Perugia. Nell’estate del 1983 torna in Serie A con il Torino. Quindi passa alla Lazio, in quel periodo nella serie cadetta. Con la maglia biancoceleste disputa tre stagioni. Nel 1988, dopo la promozione in A, viene ceduto al Latina. Chiude la carriera nell’Orceana.  Dal 1992/93 al 1996/97 è l’allenatore della Lazio Primavera. Il primo anno sfiora lo Scudetto perdendo la finale contro l’Atalanta. Nella stagione 1994/95 vince il titolo. Tra i tanti giovani lancia Alessandro Nesta, Marco Di Vaio, Alessandro Iannuzzi, Flavio Roma e Daniele Franceschini. Dopo aver guidato Foggia, Chievo e Pistoiese, nel 2003/04 torna ad allenare la Primavera laziale. Nel 2004/05 viene chiamato dal nuovo presidente biancoceleste Claudio Lotito ad allenare la prima squadra. Viene esonerato e sostituito da Papadopulo. Successivamente allena la Ternana. A giugno del 2009 viene nominato supervisore del settore giovanile della Cisco Roma. Nel 2011 assume la guida degli Allievi Regionali A1 della Voluntas (Spoleto). A luglio del 2012 viene nominato allenatore della squadra Primavera della Virtus Lanciano. Nel 2013 viene ingaggiato come tecnico della squadra Primavera della Reggina, ma dopo pochi giorni decide di lasciare l’incarico per motivi familiari.

LASCIA UN ‘LIKE’ ALLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK

DIVENTA UN NOSTRO FOLLOWER ANCHE SU TWITTER

 

Continua a leggere

Articoli più letti