Simone Inzaghi punta al recupero di de Vrij e Luis Alberto

PUBBLICITA

LAZIO NEWS

Fino all’ultimo tenterà di recuperarli entrambi. Stefan de Vrij e Luis Alberto tengono sulle spine Simone Inzaghi. I due stanno recuperando ma la Lazio ha fretta, ha bisogno di loro. Il tecnico biancoceleste non vuole presentarsi contro il Sassuolo con la difesa schierata a Verona e in Europa League e non vuole rinunciare al fantasista spagnolo. Lo staff medico sta lavorando alacremente per metterli a disposizione dell’allenatore.

INZAGHI SPERA DI RECUPERARLI

Qualche dubbio in più permane sull’olandese, la mancata convocazione in nazionale ne è testimonianza. Difficile pensarlo nella lista dei convocati per domani e poi assente nella sfida decisiva della sua Olanda per provare ad arrivare ai playoff mondiali. Il tentativo verrà fatto oggi pomeriggio. Un test decisivo altrimenti saranno ancora Patric, Luiz Felipe e Radu (a meno che non si punti su Mauricio), a formare il terzetto difensivo. Per rivedere in campo Wallace è troppo presto. Oggi pomeriggio, dopo la rifinitura, il tecnico scioglierà gli ultimi dubbi. Il più delicato, come riporta Il Tempo, riguarda la trequarti. Il rientro di Luis Alberto è possibile ma non scontato. Lo spagnolo ha subito una fastidiosa contusione al piede nel match con lo Zulte, verrà valutato senza correre rischi. Ieri il piede si stava sgonfiando, è solo una contusione per fortuna. Inzaghi incrocia le dita perché non vorrebbe perdere il suo giocatore più in forma.

RIENTRI IMPORTANTI TRA I BIANCOCELESTI

Torneranno tra i titolari Lulic, Lucas Leiva, Milinkovic e Immobile. Sulle corsie esterne agiranno Lukaku e Marusic. Per rivedere tra i convocati Felipe Anderson bisognerà aspettare il 14 ottobre. Stessa cosa per Bastos e Basta. Chiamati per gli impegni di Bosnia e AlbaniaLulic e Strakosha. Per quanto riguarda i tifosi, domani gli under 14 potranno entrare con soli 5 euro. Attesi 25 mila spettatori. La contestazione al presidente è parzialmente rientrata ma le presenze sono molto basse rispetto al passato. Infine prosegue la crisi della Primavera sconfitta dalla Fiorentina. Quattro partite, un solo punto e un solo gol segnato. Si sapeva che sarebbe stata una stagione difficile (è partito un nuovo ciclo) ma non si pensava di dover rischiare la retrocessione.

LEGGI ANCHE LE PAROLE DEL DOPPIO EX PAOLO MANDELLI

SEGUICI ANCHE SU TWITTER

LEGGI ANCHE LE PAROLE DI GARLASCHELLI


whatsapp canale
facebook canale

LIVE NEWS

PUBBLICITA