Seguici sui Social

Primo Piano

Lazio attacco da record: in Europa solo in quattro hanno fatto meglio

Avatar

Pubblicato

il

Esultanza Lazio all'Allianz Stadium
PUBBLICITA

Con i cinque gol rifilati al Chievo la Lazio è la squadra che vanta il miglior della Serie A. Il quinto in tutta Europa. E’ la squadra che ha mandato più giocatori in gol e quella con la percentuale realizzativa più alta. Inoltre ha in squadra i leader della marcatori e assist. Nel giorno dell’ di Immobile ci hanno pensato i centrocampisti: Milinkovic-Savic su tutti.

UN ATTACCO DA

È una Lazio da record. Vince con il Chievo e sale al terzo posto in classifica approfittando del pareggio tra Inter e . È una squadra che funziona bene, e lo fa da inizio anno. Vince e convince, a suon di risultati e gol. Tanti, tantissimi. Più di chiunque altro in questo campionato: 53 in 20 partite. Con inoltre la gara con l’Udinese da recuperare. La qualificazione alla Champions non è un sogno, così come non deve esserlo nemmeno l’Europa League (sedicesimi con la Steaua) e la Coppa Italia (semifinali con il Milan). Obiettivi che Inzaghi e i suoi possono raggiungere, specialmente con un attacco del genere. Quinto in Europa. Considerando i cinque principali campionati europei solo Manchester City (70 gol), Barcellona (57), Psg (5) e Liverpool (54) hanno fatto meglio. Il Bayern ne ha fatti 44, il Real è addirittura fermo a 39. Battuti da una Lazio che ha una rosa, e un mercato, sicuramente diverso rispetto ai top club. Eppure non sembra così sotto il punto di vista dei gol.

RECORD SU RECORD

I numeri sono tanti per la Lazio e fotografano un attacco micidiale. Ieri a farne le spese è stato il Chievo. Proprio nel giorno in cui Immobile gioca solo mezz’ora di uscire per infortunio. Lui di gol ne ha fatti 20 ed è il della Serie A. In sua assenza ci hanno pensato i compagni. Nani, tanto per citarne uno: con il suo gol la Lazio ha mandato in gol 14 marcatori diversi (record in A al pari dell’Udinese). E ancora, ha segnato anche Bastos, che fa arrivare a 10 i gol dei difensori, altro primato in campionato, così come i 21 dei centrocampisti. Quinta in graduatoria, invece, per gol dagli attaccanti (23 in totale). Altro record. Con 227 tiri tentati e 53 gol è la prima per percentuale realizzativa in A: 23,3%, davanti a Juventus e Samp. In più i biancocelesti sono gli unici ad aver segnato almeno 5 gol in una singola partita per quattro volte (Sassuolo, Benevento, e Chievo). Nessuna altra squadra ci era riuscita.

LEADER E SORPRESE

E come detto non c’era nemmeno Immobile. Ora rischia di saltare anche il big match contro il Milan a San Siro. E’ fondamentale l’attaccante napoletano perché oltre ai gol fa anche gli assist. L’ex Siviglia è bomber della A con 20 reti, ma con 8 assist è primo anche in quella speciale classifica, al pari di Pjanic, Candreva e di… Luis Alberto. Altra nota positiva e sorpresa di questa stagione. Lui come tutto il centrocampo. Lo ha già realizzato 7 gol, i passaggi decisivi (contando tutte le ) sono 9. Dalla sorpresa alla certezza: non c’è solo Immobile.

E POI IL SERBO

L’altro leader è sicuramente Sergej Milinkovic-Savic, a proposito di centrocampisti. Un trattore dai piedi educatissimi. Doppietta anche contro il Chievo. E finalmente una gioia (doppia) davanti ai suoi tifosi. Fin qui infatti di gol in stagione ne aveva fatti 7 ma finora tutti in trasferta. All’Olimpico non segnava dal gennaio 2017. Nonostante qualcosa da limare ci sia ancora. Il serbo è sicuro del suo talento, a volte fin troppo. Finendo per assentarsi in alcuni momenti della partite e concedendosi qualche finezza di troppo. Un paragone viene immediato, nel male e nel bene: Paul Pogba. Sopito in alcuni momenti per poi esplodere in altri e cambiare la partita, esattamente come successo con il Chievo. E con una squadra così, e un attacco così, nulla è impossibile.

LE ULTIME DA FORMELLO

SEGUICI SU TWITTER

D’AMICO ELOGIA LA LAZIO E MILINKOVIC


Pubblicità

Primo Piano

L’Italia batte la Turchia ed Immobile cita Lino Banfi

Un inizio straripante per gli azzurri di Mancini dove ha brillato anche la stella biancoceleste Immobile. Lo stesso Immobile cita Lino Banfi dopo il gol, scopriamo il perché

Avatar

Pubblicato

il


Un inizio straripante per gli azzurri di Mancini dove ha brillato anche la stella Immobile. Lo stesso dopo il gol, scopriamo il perché

L’Italia se la canta e se la suona, 3-0 senza storia alla . A segno vanno un autogol di Demiral su tiro-cross di Berardi, Insigne su assist di Ciro e lo stesso Immobile con un tap- sottoporta.

immobile
Immobile

Dopo il gol Immobile cita Lino Banfi e ai microfoni della Rai a fine partita spiega il perché. “Ci è arrivato un messaggio da Lino Banfi che ci chiedeva di gridare porca puttena”. Gol e promessa mantenuta da Immobile che inoltre si è dichiarato entusiasta della prestazione azzurra e ha voluto dichiarare il gol al pubblico presente allo stadio.

Banfi
Lino Banfi

DEFINITO LO STAFF DI SARRI

Continua a leggere

Primo Piano

Il laziale perdona, (a) Calenda no

Fanno discutere le frasi del candidato Sindaco Calenda. In passato sbeffeggiava il popolo laziale, ora a caccia di voti sembra aver cambiato idea

Avatar

Pubblicato

il


Fanno discutere le frasi del candidato Calenda. In passato sbeffeggiava il popolo laziale, ora caccia di voti sembra aver cambiato idea

Carlo Calenda candidato Sindaco per Roma con la Azione, in questi giorni è tornato a far parlare di se. Non su questione politiche, ma bensì sulla sua fede calcistica. Calenda noto della Roma, in passato si è lasciato andare a dichiarazioni poco piacevoli verso il popolo biancoceleste.

calenda
Calenda

LE DICHIARAZIONI

Le “offese” di Calenda svariano dal “Sei un cazzaro, sei laziale, mi ricordi Lotito” al più pesante “I laziali non votano, non capiscono la scheda elettorale“. Lo sfottò tra le 2 tifoserie è una cosa sana, ma quando toccano tasti delicati il problema sorge. Soprattutto quando lo stesso Calenda per acciuffare qualche voto in più magicamente cambia sponda ed elogia la Lazio ed il suo nuovo tecnico Sarri. L’incoerenza nella politica la fa da padrona.

frasi
frasi
Frasi

FODEN COME GAZZA

Continua a leggere

Primo Piano

SARRI LAZIO Annuncio ufficiale arrivato con un…emoticon

Sarri Lazio Annuncio ufficiale diramato in maniera originale (ma non troppo)

Avatar

Pubblicato

il


Il club ha scelto un modo davvero originale per dare annuncio ufficiale.

SARRI LAZIO ANNUNCIO UFFICIALE – Ora possiamo dirlo: il 62enne toscano è il nuovo allenatore dei capitolini. Il lieto , atteso ormai da tanti (troppi) giorni, si è finalmente materializzato. Lo ha fatto questa notte, con uno scambio di documenti firmati e controfirmati dalle parti. Il tutto è avvenuto sull’asse tra Roma e Milano, dove l’ex mister della Juve si trovava per impegni personali. Ed è stato seguito minuto per minuto da media e tifosi, ansiosi al limite dello spasmodico di ricevere la bella notizia.

darla, in maniera criptica (ma non troppo), la stessa Lazio. Sul suo profilo ufficiale Twitter è infatti comparsa l’emoticon di una sigaretta. Una figurina molto in voga in questi giorni tra i tifosi per descrivere Sarri, accanito fumatore. Sarà forse per questo che il club biancoceleste ne ha fatto uso per dare la sospirata comunicazione. O perlomeno per anticiparla: a breve dovrebbe infatti essere diramata anche la nota ufficiale. Intanto una cosa è certa: ha partorito (anzi, ‘parto-tito’). Benvenuto nel mondo biancoceleste, piccolo grande Maurizio Sarri.

INTANTO DA IMMOBILE INDIZIO SOCIAL SUL MERCATO

Continua a leggere

Articoli più letti