Seguici sui Social

Arabic AR Chinese (Simplified) ZH-CN English EN Italian IT Russian RU Spanish ES

Articolo copertina

Le statistiche di Sassuolo – Lazio: i numeri del match del Mapei Stadium

Pubblicato

in

formazione lazio trasferta


Terza vittoria consecutiva per la Lazio che, dopo aver superato l’Hellas Verona e l’FCSB, ha battuto il Sassuolo  al . La squadra di Inzaghi a quanto riportano le statistiche di Sassuolo – Lazio ha dimostrato ancora una volta di essere particolarmente efficace in trasferta.

Di seguito le statistiche di Sassuolo – Lazio. I biancocelesti hanno gestito il 55% del possesso palla totale. Particolare menzione per il cinismo messo in mostra: in tutto quattro conclusioni in porta, tre reti. Complessivamente la Lazio ha dato vita a ben 27 azioni manovrate sviluppandone, però, solo 15 offensivamente. Analizzando il bilanciamento offensivo è la corsia destra quella dove i capitolini hanno orchestrato il maggior numero di iniziative (6).

A regalare i tre punti ai biancocelesti sono stati Sergej Milinkovic e Ciro Immobile. Quest’ultimo, giunto a quota 23 gol in , ha realizzato il suo quattordicesimo rigore con la maglia dei capitolini. Grazie al gol di ieri è divenuto il settimo calciatore più prolifico dal dischetto nella storia biancoceleste. Con il rigore realizzato con il Sassuolo ha superato Massimo Oddo e Sinisa Mihajlovic, fermi a quota 13. Il protagonista della sfida è stato Milinkovic. Il serbo oltre ad aver messo a segno la sua quarta doppietta stagionale ha portato a termine tre conclusioni verso la porta difesa da Consigli. Ha recuperato, in fase di non possesso, ben quattro palloni e ha percorso ben 12,625 chilometri.

Per la seconda volta consecutiva in A la Lazio non ha subito reti. Per Thomas Strakosha è stata la dodicesima gara stagionale senza prendere gol. Infine, Inzaghi ha centrato la sua dodicesima vittoria con 3 o più reti da quando è alla guida dei capitolini. Prima di lui nessun allenatore nella storia del club biancoceleste era mai riuscito a stabilire un dato simile, il record era di Zdenek Zeman (11).

LE PAROLE DI DI BIAGIO SU BUFFON

SEGUICI SU GOOGLE EDICOLA

SKY RIVELA: OFFERTA PAZZESCA PER MILINKOVIC-SAVIC

Articolo copertina

LAZIO ATALANTA Conferenza Inzaghi: “Non penso al mercato, testa a domani”

Pubblicato

in



LAZIO ATALANTA Conferenza Inzaghi – Questo pomeriggio il tecnico biancoceleste è intervenuto in sala stampa e ha presentato il match di domani, in programma alle 20.45 all’Olimpico

Che indicazioni può dare la gara contro l’Atalanta?

“Conosciamo il dell’Atalanta, una squadra che conosciamo bene. Sono sempre state sfide intense e belle da giocare. Non ci aspettavamo una prima giornata rinviata subito tra di noi, sarà sicuramente una gara intensa tra due squadre che stanno facendo un ottimo cammino da 4 anni a questa parte”. 

Soddisfatto del mercato?

Adesso penso che per tutti gli allenatori il mercato dia qualche turbolenza. Tutti vogliamo che finisca presto. C’è stata la possibilità di fare operazioni fino al 5 ottobre, la società sta cercando di soddisfarmi, avremo tante partite. In queste tre ravvicinate siamo un po’ in ritardo, ma dopo la sfida con l’Inter, anche grazie alla sosta, penso che avrò la squadra al completo”.

Si aspetta una partita simile alle ultime con l’Atalanta?

“Domani si affronteranno due squadre organizzate, ognuna con la propria metodologia. Contro l’Atalanta è successo di tutto, dallo 0-3 al 3-3, al match di ritorno ribaltato da loro, poi anche la finale di Coppa Italia. Ricordiamoci che l’Atalanta 45 giorni fa si stava giocando il meritato accesso alla semifinale di Champions”. 

Domani meglio una Lazio aggressiva o più attendista?

Dipende dai momenti. L’Atalanta è intensa, noi dovremo esserlo altrettanto. Loro sono organizzati, non sono semplici da affrontare, come noi hanno giocato la prima di campionato soltanto 3 giorni fa”.

Marusic a sinistra come opzione o resta una soluzione di emergenza?

“Adam è sempre stato un giocatore su cui ho riposto fiducia, l’ho sempre apprezzato molto. Spiace che negli uiltimi 2 anni abbia avuto problemi che hanno rallentato il suo percorso, ora è riuscito ad allenarsi con continuità. Col Cagliari ha fatto un’ottima partita come gli altri”.

A Roma si esagera con le etichette frettolose nei confronti di alcuni giocatori?

“Non a Roma, penso che sia un “habitué” nel mondo del calcio. Dobbiamo tutti essere più obiettivi, aspettare e far adattare i ragazzi. Poi è il campo a parlare”.

L’Atalanta contro la Lazio sembra sempre più motivata. Come si spiega?

“Non posso sapere cosa faranno loro. Io so che la Lazio ha cercato di recuperare le energie mentali. Ieri ci siamo allenati discretamente, abbiamo la rifinitura di oggi, mi auguro che domani la squadra faccia una grande partita”. 

Situazione infortunati?

“Luiz Felipe non può essere tra i convocati. Dobbiamo valutare Bastos, poi cercheremo di aggiungere i nuovi per fargli conoscere i movimenti della squadra”. 

Con Hoedt e Pereira mercato chiuso?

“Penso che sia chiuso qui, ma ora siamo concentrati non sul mercato ma sulla gara di domani”.

Che opzioni tattiche dà Pereira?

Un giocatore importante, può alternarsi tra il centrocampo e il ruolo di seconda punta, l’ha fatto in carriera. Un profilo di qualità, dovrà inserirsi in un gruppo rodato, sono fiducioso”.

Continua a leggere

Articoli più letti

Aggiorna le impostazioni di tracciamento della pubblicità
Copyright ©2015-2020 | TESTATA GIORNALISTICA NAZIONALE Reg. N°152/2015 - ROMA
Il sito e i suoi contenuti sono rilasciati sotto Licenza Creative Commons eccetto dove specificato diversamente.