Seguici sui Social

News

MORTE ASTORI Fiorentina: “Sportiello ultimo ad averlo visto, a trovarlo morto è stato un…”

Pubblicato

il

Fiorentina stemma
PUBBLICITA

Arturo Mastronardi, dell’ufficio stampa della Fiorentina, ha parlato ai microfoni dei media riguardo la morte di Astori.

MORTE ASTORI Fiorentina, Arturo Mastronardi:La colazione era prevista per le 9.30, ma Astori non si era presentato. Siamo andati a controllare e purtroppo l’hanno trovato senza vita in camera. A trovarlo morto è stato un massaggiatore, ma le cause non sono ancora note. Il magistrato è venuto, il corpo è stato portato in ospedale per l’autopsia, che verrà effettuata in giornata. Con il magistrato sono andati il medico sociale Luca Bengue e l’ultimo compagno di squadra ad averlo visto vivo ieri sera, Sportiello. Sono pratiche burocratiche, lui dormiva da solo, ma ogni singolo calciatore può optare per la singola o la doppia. Non penso avesse nulla di strano in stanza, sono super controllati. Penso arriveranno i genitori, la compagna con la figlia piccola sono a Firenze dove noi siamo pronti a tornare. I primi sono stati avvertiti telefonicamente da qui, mentre nella nostra città si sono mossi il direttore generale e il presidente di persona”.

SEGUI LA NOSTRA NUOVA PAGINA FACEBOOK

SEGUI IL NOSTRO PROFILO TWITTER

LEGGI QUI TUTTI I NUMERI DI LAZIO JUVENTUS


News

SUPERLEGA Zoff “stupito da tempi e modi dell’annuncio”

Pubblicato

il


SUPERLEGA Zoff, ex portiere azzurro e allenatore della Lazio, ha detto la sua sull’iniziativa, evidenziandone alcuni aspetti a dir poco ‘strani’.

SUPERLEGA Zoff ai microfoni dell’Adnkronos: “Sono decisamente contrario al fatto che ci siano 12 squadre presenti per diritto. Sono più favorevole che sia il campo a decidere chi deve conquistare che cosa. In più mi hanno stupito molto i tempi e i modi con cui questa Superlega è stata annunciata. Mi sembra un progetto ancora tutto per aria. Al momento non sappiamo nè come le 5 squadre qualificate potranno accedere nè i nomi delle altre tre che si uniranno ai 12 club fondatori. Vedremo gli sviluppi nei prossimi giorni, quali saranno le decisioni delle autorità sportive, se questi club saranno squalificati. Ma soprattutto se si andrà avanti nel muro contro muro o se avvieranno un dialogo per arrivare ad un accordo“.

Continua a leggere

Articoli più letti