Seguici sui Social

News

UDINESE Oddo esonerato. Alla corte dei Pozzo approda un ex Juve

Pubblicato

in

Massimo Oddo allenatore dell'Udinese


Dopo il tracollo interno contro il Crotone che è valso l’11esimo k.o. consecutivo dei friulani, il tecnico dell’Udinese Oddo esonerato questa mattina, è stato sostituito dall’ex Juve Igor Tudor 

Dopo il tracollo interno contro il Crotone che è valso l’11esimo k.o. consecutivo dei friulani, il tecnico dell’Udinese Oddo esonerato questa mattina, è stato sostituito dall’ex Juve Igor Tudor. La stagione della scuderia dei Pozzo era iniziata con Gigi Del Neri in panchina, sotto la cui guida i bianconeri galleggiavano in acque pericolose dopo 13 giornate. Quindi l’arrivo di Oddo e un filotto di vittorie e risultati positivi che hanno stravolto in meglio il percorso dei friulani, arrivati anche a respirare profumo d’Europa a cavallo tra la fine del 2017 e l’inizio del 2018.

Le cose però sono gradualmente precipitate, la squadra sembra aver smarrito la sintonia con il proprio tecnico e il risultato sono le 11 sconfitte consecutive che sono costate la panchina all’ex Lazio. La notizia era nell’aria già da alcune settimane e il k.o. interno contro i calabresi ha sancito l’addio di Oddo alla causa bianconera. Di nomi ne sono circolati tanti. Primo fra tutti quello di Andrea Stramaccioni, che sulla panchina friulana si è già seduto nella stagione 2014-2015, ma anche quelli di Reja e dell’indimenticato Francesco Guidolin, che tra il 2011 e il 2012 ha condotto l’Udinese in Champions.

Alla fine però la proprietà ha deciso di puntare sull’ex terzino della Juve Igor Tudor. Per il croato pronto un anno di contratto, con una vecchia conoscenza (nonché suo connazionale) del nostro calcio al suo fianco, quell’Anthony Seric che a cavallo tra il 1999 e il 2005 ha vestito le maglie di Verona, Brescia, Parma e Lazio.  Il percorso di Tudor nelle vesti di tecnico è iniziata nel 2009 all’Hajduk Spalato, quando Reja lo scelse come suo vice. A fine aprile del 2013 divenne il tecnico in prima, vincendo subito la Coppa di Croazia. Meno fortunate le successive parentesi con PAOK Salonicco (esonero a marzo), Karabukspor (esonero a febbraio) e Galatasaray. In sostanza, tutti i club che lo hanno finora messo sotto contratto lo hanno poi esonerato a stagione in corso, eccezion fatta per l’esperienza con l’Hajduk, risolta con le dimissioni del tecnico. L’auspicio della piazza è che i Pozzo vincano l’ennesima scommessa della loro esperienza. Per capire se Tudor farà parte del futuro friulano, non resta dunque che attendere il prosieguo della stagione.

LEIVA SU LIVERPOOL ROMA 

SEGUICI SU FACEBOOK 

 

Continua a leggere
Pubblicità