Seguici sui Social

News

PUBBLICITA

UDINESE Oddo esonerato. Alla corte dei Pozzo approda un ex Juve

Avatar

Pubblicato

il

Massimo Oddo allenatore dell'Udinese

Dopo il tracollo interno contro il Crotone che è valso l’11esimo k.o. consecutivo dei friulani, il tecnico dell’Udinese Oddo esonerato questa mattina, è stato sostituito dall’ex Juve Igor Tudor 

Dopo il tracollo interno contro il Crotone che è valso l’11esimo k.o. consecutivo dei friulani, il tecnico dell’Udinese Oddo esonerato questa mattina, è stato sostituito dall’ex Juve Igor Tudor. La stagione della scuderia dei Pozzo era iniziata con Gigi Del Neri in panchina, sotto la cui guida i bianconeri galleggiavano in acque pericolose dopo 13 giornate. Quindi l’arrivo di Oddo e un filotto di vittorie e risultati positivi che hanno stravolto in meglio il percorso dei friulani, arrivati anche a respirare profumo d’Europa a cavallo tra la fine del 2017 e l’inizio del 2018.

Le cose però sono gradualmente precipitate, la squadra sembra aver smarrito la sintonia con il proprio tecnico e il risultato sono le 11 sconfitte consecutive che sono costate la panchina all’ex Lazio. La notizia era nell’aria già da alcune settimane e il k.o. interno contro i calabresi ha sancito l’addio di Oddo alla causa bianconera. Di nomi ne sono circolati tanti. Primo fra tutti quello di Andrea Stramaccioni, che sulla panchina friulana si è già seduto nella stagione 2014-2015, ma anche quelli di Reja e dell’indimenticato Francesco Guidolin, che tra il 2011 e il 2012 ha condotto l’Udinese in Champions.

Alla fine però la proprietà ha deciso di puntare sull’ex terzino della Juve Igor Tudor. Per il croato pronto un anno di contratto, con una vecchia conoscenza (nonché suo connazionale) del nostro calcio al suo fianco, quell’Anthony Seric che a cavallo tra il 1999 e il 2005 ha vestito le maglie di Verona, Brescia, Parma e Lazio.  Il percorso di Tudor nelle vesti di tecnico è iniziata nel 2009 all’Hajduk Spalato, quando Reja lo scelse come suo vice. A fine aprile del 2013 divenne il tecnico in prima, vincendo subito la Coppa di Croazia. Meno fortunate le successive parentesi con PAOK Salonicco (esonero a marzo), Karabukspor (esonero a febbraio) e Galatasaray. In sostanza, tutti i club che lo hanno finora messo sotto contratto lo hanno poi esonerato a stagione in corso, eccezion fatta per l’esperienza con l’Hajduk, risolta con le dimissioni del tecnico. L’auspicio della piazza è che i Pozzo vincano l’ennesima scommessa della loro esperienza. Per capire se Tudor farà parte del futuro friulano, non resta dunque che attendere il prosieguo della stagione.

LEIVA SU LIVERPOOL ROMA 

SEGUICI SU FACEBOOK 

 


News

VERONA LAZIO Sarri in emergenza: la difesa cambia look

In vista di Verona Lazio Sarri, all’indomani del pareggio casalingo contro il Marisiglia in Europa League, deve fare i conti con l’emergenza difesa

Avatar

Pubblicato

il

verona lazio sarri
<

A tre giorni da Verona Lazio Sarri studia le mosse per il match del Bentegodi. Il tecnico deve fronteggiare una situazione di emergenza in difesa alla luce delle assenze di Acerbi e Luiz Felipe, squalificati per la trasferta in terra scaligera. Pertanto il reparto difensivo si presenterà, per la prima volta in questa stagione, con un look totalmente diverso. Se in corsia, infatti, la situazione dovrebbe seguire la prassi con il solito ballottaggio a 3 (Lazzari, Hysaj, Marusic) per 2 posti, la coppia di centrali sarà una novità assoluta con Patric e Radu a guidare la difesa. Per il romeno si tratta della prima presenza stagionale. In mediana torna titolare, rispetto al match contro il Marsiglia, Lucas Leiva, che andrà ad occupare la cabina di regia. Nel ruolo di mezzali agiranno Milinkovic e, probabilmete, ancora Toma Basic. Il croato è stato preferito a Luis Alberto nelle ultime 2 uscite e, alla luce delle polemiche social che lo hanno visto protagonista nelle ultime ore, la sensazione è che il rapporto tra Sarri e lo spagnolo non stia vivendo un momento di estrema brillantezza. Pertanto il tecnico potrebbe propendere nuovamente per l’ex Bordeaux mentre, in avanti, dovrebbe rivedersi il tridente titolare composto da Felipe Anderson, Immobile e Pedro.

Continua a leggere

News

Marsiglia Lazio – Biancocelesti senza tifosi, vietata la trasferta

Archiviato il pareggio di ieri all’Olimpico, giovedì 4 novembre sarà la volta di Marsiglia Lazio, match di ritorno che potrebbe essere decisivo in ottica qualificazione

Avatar

Pubblicato

il

marsiglia lazio
<

Marsiglia Lazio, in programma giovedì 4 novembre, potrebbe dare indicazioni chiare relativamente al passaggio del turno. Allo stato attuale, la classifica del gruppo E di Europa League vede il Galatasaray al comando con 7 punti seguito dai biancocelesti a 4. Al terzo posto i francesi a quota 3, chiude la Lokomotiv Mosca a 1. In occasione del match di ritorno al Velodrome gli uomini di Sarri non potranno contare sul calore dei propri tifosi. Nella giornata odierna è stato infatti ufficializzato il divieto di trasferta per i tifosi biancocelesti. Il motivo è riconducibile alla decisione della Uefa di far disputare la sfida a porte chiuse, o quasi. Il massimo organo calcistico europeo ha disposto la chiusura della tribuna nord, pertanto l’Olympique giocherà in casa senza una buona parte dei propri tifosi. Il provvedimento è relativo ai disordini registrati in occasione della seconda gara del girone contro il Galatasaray, quando gli scontri sugli spalti costrinsero l’arbitro a interromper il match per 8 minuti.

Continua a leggere

News

RANKING UEFA Lazio, staccato il Milan: divario sempre più netto

Al termine della 3 giorni europea, è stato aggiornato il Ranking Uefa per club. La Lazio stacca il Milan allungando nettamente sui rossoneri

Avatar

Pubblicato

il

ranking uefa lazio
<

Quanto al Ranking Uefa Lazio che aumenta il distacco sul Milan al termine della terza giornata di coppe europee. Guida la classifica il Bayern Monaco, seguito da City, Liverpool, Chelsea e Barcellona. Discreto bilancio per l’Italia che vede la Juve piazzata in ottava posizione e la Roma in 12esima. Dal 23esimo posto in giù si registra un filone tutto tricolore con Napoli, Atalanta e Inter. Alla luce del pareggio contro il Marsiglia la Lazio rimane stazionaria al 28esimo posto allungando, in virtù del k.o. contro il Porto, sul Milan, scivolato adesso in 41esima posizione. Un divario sempre più netto sui rossoneri che, di contro, vivono un ottimo momento in campionato. Le prossime giornate europee saranno decisive, in tal senso, per capire dove i biancocelesti potranno spingersi sul palcoscenico internazionale.

Continua a leggere

Articoli più letti