Seguici sui Social

Primo Piano

PUBBLICITA

Miroslav Klose ricorda il suo esordio con la Nazionale Tedesca

Avatar

Pubblicato

il

Miroslav Klose ricorda il suo esordio con la Nazionale  Tedesca. Ai Mondiali del 2002 disputati in Corea e Giappone, dove fece la sua prima apparizione nel torneo  Klose era un perfetto sconosciuto.

ESORDIO CON I BOTTI

A 24 anni compiuti per lui solo 62 presenze e 25 reti in Bundesliga. Poco per la media tedesca. E per questo i riflettori erano puntati su compagni più titolati di lui. In quella squadra giocavano ancora Oliver Bierhoff e Oliver Neuville. A rubare la scena però all’esordio della Germania fu proprio il debuttante Klose. Inarrestabile e, specialmente di testa, senza rivali. Una giornata incredibile. Tre gol all’Arabia Saudita e ogni volta la sua esultanza particolare, un salto mortale. Miroslav Klose ricorda il suo esordio con la Nazionale Tedesca: “Poteva sembrare pericoloso fare la capriola ma rischiavo di più quando mi abbracciava Jancker. Potevo morire soffocato”.

IL RICORDO DI MIRO

In Germania la gente era galvanizzata. Vero che davanti c’era l’Arabia Saudita ma mai (né prima né dopo) i tedeschi avevano vinto una partita dei Mondiali con otto gol di scarto sugli avversari. Da allora Klose ai Mondiali si è sempre esaltato. Dal 2002 al 2014 ha realizzato 16 reti. Nessuno nella storia della manifestazione ne ha segnati di più. L’ultimo lo ha messo a segno nella semifinale di quattro anni fa contro il Brasile vinta per 7-1. Tutto però è iniziato con quella tripletta all’Arabia Saudita: “Con il tempo parecchie cose le ho dimenticate ma di quel giorno, di quella gara, ricordo tutto. Anche il controllo anti-doping a fine partita. Non riuscivo a urinare, bevevo tantissimo ma niente. Quella notte mi sono venuti perfino i crampi allo stomaco. Il problema non era solo l’acqua bevuta ma anche la tensione prima della gara e l’attenzione mediatica dopo la tripletta. Per me, da matricola, troppe cose tutte assieme. Ricordo anche quanto mi avesse impegnato psicologicamente il portiere dell’Arabia Saudita. Ci fecero vedere video nei quali faceva parate disumane. Credevo fosse imbattibile poi invece ha preso quelle otto pere”.

MA ER PADRETERNO DE CHE SQUADRA E’? “SARA’ LAZIALE COME ME”. CIAO ANNARELLA

SEGUICI SU GOOGLE EDICOLA

PRIMAVERA INTER CAMPIONE D’ITALIA: E’ TRIPLETE


Pubblicità

Primo Piano

Derby Lazio Roma, si va verso il tutto esaurito

Derby Lazio Roma, si riprendono la scena i tifosi e lo stadio : si va verso il tutto esaurito

Avatar

Pubblicato

il

Roma Lazio STA08
<

Derby Lazio Roma, si riprendono la scena i tifosi e lo stadio : si va verso il tutto esaurito

Derby Lazio Roma, dopo lo stop dovuto al covid tornano i tifosi per l’evento più atteso della Capitale, la stracittadina per eccelenza : “Il Derby della Capitale“. Accesso consentito al 50% e solo con il green pass, ma queste limitazioni non fermeranno la febbre da derby. Olimpico che va verso il tutto esaurito, circa 19000 sono già i tagliandi acquistati dai tifosi biancocelesti, 10000 per quelli giallorossi che saranno “ospiti” ed oltre alla Curva Sud avranno a disposizione i il settore Distinti Sud.

derby

TUTTO SU TORINO LAZIO

Continua a leggere

Primo Piano

LAZIO CAGLIARI PAGELLE Cataldi la riprende, ma c’è tanto da lavorare

Cataldi regala un punto ai biancocelesti Lazio Cagliari 2-2

Avatar

Pubblicato

il

Cataldi
<

Lazio Cagliari pagelle. Un 2-2 in rimonta che lascia l’amaro in bocca

Lazio Cagliari pagelle

REINA 5.5 -Incolpevole sui gol ma male nelle uscite sui traversoni avversari, spesso a vuoto

LAZZARI 5.5 – Tanta corsa per l’ex Spal ma spesso inconcludente. Non riesce a crossare come si deve

LUIZ FELIPE 5 – Ammonito per troppa irruenza e colpevole sul gol dell’1-2 dove si perde Joao Pedro

ACERBI 5.5 – Un’altra prestazione sottotono per il Leone che spesso va in difficoltà con Keita e Joao Pedro.

HYSAJ 5.5 – Il fedelissimo di Sarri svolge il compitino ma sulla fascia non sfonda mai

MILINKOVIC 6 – A volte troppo lezioso e con qualche appoggio di troppo sbagliato. Mezzo punto in più per l’assist a Immobile

LEIVA 5 – Cotto, fa a botte con Joao pedro al centro del campo. Ad oggi il gioco di sarri non è per lui

LUIS ALBERTO 5 – Il Mago c’è ma non si vede. Nessuna verticalizzazione e quando ci prova la sbaglia.

PEDRO 5 – Oggi male, è sembrato completamente fuori dal gioco

IMMOBILE 6.5 – pochi palloni giocabili. Uno lo butta dentro, l’altro vede il miracolo di Cragno. Se non segna lui per la Lazio è dura

FELIPE ANDERSON 6 -Salta con facilità l’avversario e corre su tutta la fascia, ma oggi è stato meno brillante del solito. Anche per lui molti errori

CATALDI 7 -Il suo ingresso dà verticalizzazione al gioco biancoceleste, mette ordine a centrocampo e trova il gol del pareggio con una bordata sotto l’incrocio

ZACCAGNI 6 -Fa espellere Zappa per doppia ammonizione, tenta qualche guizzo ma deve entrare ancora nei meccanismi della squadra

MARUSIC S.V

RAUL MORO S.V

AKPA AKPRO S.V.

ALL. SARRI/MARTUSCIELLO 5 – Di sarrismo non c’è niente, primo tempo lento e prevedibile. La difesa è perforabile in amniera preoccupante. C’è tantissimo da lavorare.

Continua a leggere

Primo Piano

Lazio Cagliari – Orario, probabili formazioni e dove vederla

Reduci dalla trasferta di Istanbul, i biancocelesti hanno preparato in pochi giorni Lazio Cagliari, match valido per la quarta giornata di Serie A

Avatar

Pubblicato

il

lazio cagliari
<

Alla vigilia di Lazio Cagliari i biancocelesti saranno impegnati, nel pomeriggio odierno, nella seduta di rifinitura a Formello. Gli uomini di Sarri, reduci dalla sconfitta di Istanbul contro il Galatasaray in Europa League, sono chiamati a voltare pagina in campionato e ad archiviare le due sconfitte consecutive contro i turchi e contro il Milan. In vista della sfida dell’Olimpico Maurizio Sarri sembra intenzionato a schierare l’11 titolare senza troppi sguardi al turnover, nonostante il turno infrasettimanale incombente che vedrà la Lazio impegnata a Torino contro i granata.

LAZIO CAGLIARI, LE SCELTE DI SARRI

Contro i sardi, dunque, in porta tornerà con tutta probabilità Pepe Reina. La linea difensiva centrale sarà composta da Acerbi e Luiz Felipe mentre sulla fascia sinistra verrà confermato Hysaj. Ballottaggio invece sulla corsia opposta, dove Marusic appare al momento leggermente in vantaggio su Lazzari, reduce dai 90′ minuti di Istanbul e, prima ancora, da un problema muscolare. L’altro dubbio riguarda Lucas Leiva: il brasiliano non è in condizioni ottimali e, alla luce di un calendario pieno di impegni ravvicinati, Sarri potrebbe optare per la soluzione Escalante. Il match, in programma domani all’Olimpico alle 18.00, sarà visibile in esclusiva su Dazn.

LAZIO 4-3-3: Reina; Marusic, Acerbi, Luiz Felipe, Hysaj; Milinkovic-Savic, Leiva, Luis Alberto; Pedro, Immobile, Felipe Anderson.

CAGLARI 3-5-2: Cragno; Caceres, Ceppitelli, Carboni; Zappa, Deiola, Marin, Nandez, Lykogiannis; Keita, Joao Pedro.

Lazio-Cagliari
LAZIO CAGLIARI

SARRI, LA PARTENZA RICORDA NAPOLI

Continua a leggere

Articoli più letti