Seguici sui Social

News

Bellissima iniziativa del Bambino Gesù in ricordo di Gabriele Sandri

PUBBLICITA

Pubblicato

il

Gabriele Sandri detto Gabbo tifoso laziale assassinato
PUBBLICITA

Bellissima iniziativa del Bambino Gesù in ricordo di Gabriele Sandri

Bellissima iniziativa del Bambino Gesù in ricordo di Gabriele Sandri. Ricorre domani l’undicesimo anniversario della scomparsa del tifoso biancoceleste, morto tragicamente nell’area di servizio di Badia al Pino, sulla A1, mentre si recava a San Siro per assistere a Inter-Lazio. Da quell’11 novembre 2007, ‘Gabbo’ è entrato nella lista delle ‘vittime’ di Stato e la Curva Nord lo onora mostrando ogni domenica il suo volto. C’è anche una Fondazione che porta il suo nome e che, proprio in occasione di questo anniversario, ha deciso di promuovere un’iniziativa speciale. Una raccolta sangue, che avrà luogo domani presso l’ospedale pediatrico Bambino Gesù, dal titolo “Se hai cuore, dona”. Ecco il messaggio pubblicato sulla pagina Facebook della fondazione: “Undici anni fa Gabriele ha lasciato questa terra, da 11 anni questa iniziativa ci riempie di orgoglio. Invitiamo tutti coloro che potranno a recarsi domenica prossima presso l’ospedale pediatrico Bambino Gesù di Roma al Gianicolo. Se hai cuore dona…anche oltre l’11 novembre“.

LEGGI ANCHE LO SCHERZO A CIRO IMMOBILE

SEGUICI ANCHE SU TWITTER


News

Gascoigne sulla Curva Nord: “La porterei con me all’Isola dei Famosi”

Pubblicato

il

Parole al miele di Paul Gascoigne sulla Curva Nord, alla vigilia della partecipazione dell’ex asso inglese all’Isola dei Famosi.

Così Gascoigne sulla Curva Nord: “La porterei con me sull’Isola, oltre a mio padre. Ho adorato quei tifosi. Quando guardo le partite della Lazio, penso sempre ai cori che mi dedicavano“. Una nuova esperienza per ‘Gazza’, dopo anni di buio: “Sono affondato e riemerso. Adesso vorrei mettermi il peggio alle spalle e trovare pace“. Poi, tornando sui tifosi biancocelesti: “Furono straordinari con me. A Roma ho trascorso tre anni e mezzo fantastici, nonostante l’infortunio. I ricordi più belli? Sicuramente il gol alla Roma nel derby. Ma anche quello al Pescara, dopo aver saltato quattro avversari“. Ricordi anche per gli ex compagni: in particolare Sclosa, Casiraghi e Signori, quelli con cui ha legato di più nella sua avventura capitolina. All’epoca sulla panchina biancoceleste c’era Dino Zoff: Gascoigne lo definisce una persona perbene, oltre che un mito del calcio. Infine, un pò a sorpresa, elogi per il ‘rivale’ sull’altra sponda del Tevere, Francesco Totti: “Un calciatore straordinario, che ha compiuto una grande impresa, un’intera carriera con una sola maglia“.

Continua a leggere