Seguici sui Social

News

LAZIO EUROPA LEAGUE – Ecco chi evitare al sorteggio

Pubblicato

il

Tabellone Lazio Europa League
PUBBLICITA

LAZIO EUROPA LEAGUE – Ecco tutti gli avversari che potrebbe beccare la Lazio nel sorteggio di oggi valido per i sedicesimi di finale, ecco chi evitare

Oggi alle ore 13 ci sarà il sorteggio della Lazio, qui per seguire il sorteggio live.

Andiamo a vedere, chi potrà affronteranno affrontare i biancocelesti e trovare in questo delicatissimo sorteggio. Come sappiamo, la Lazio è arrivata seconda nel girone, perciò non sarà testa di serie e questo farà sì, che la squadra di Inzaghi possa beccare qualche squadra forte come il Chelsea arrivata prima nel proprio girone. In Europa League, sono scese anche Inter e Napoli che saranno teste di serie.

Ecco tutte le squadre in prima fascia

  • Arsenal (ENG)
  • Bayer Leverkusen (GER)​
  • Benfica (POR)*​
  • Chelsea (ENG)
  • Dinamo Zagreb (CRO)​
  • Dynamo Kyiv (UKR)​
  • Eintracht Frankfurt (GER)​
  • Genk (BEL)
  • Internazionale Milano (ITA)*
  • Napoli (ITA)*
  • Real Betis (ESP)​
  • Salzburg (AUT)​
  • Sevilla (ESP)
  • Valencia (ESP)*​
  • Villarreal (ESP)
  • Zenit (RUS)

Non potremo beccare le due squadre italiane, Napoli e Inter e neanche il Francoforte visto che l’abbiamo affrontato nei gironi. Da evitare sicuramente ci sono: il Chelsea, la squadra inglese è tra i primi posti in Premier League e lotterà per vincere questa competizione, l’Arsenal, che nonostante non sia un top in questo momento in inghilterra, dispone di una squadra con grandissimi campioni del calibro di: Lacazette, Aubamayang, Xhaka, Torreira…  Il Siviglia tra le 3 spagnole è da evitare assolutamente. Terza in Liga alle spalle del Barcellona e sopra il Real Madrid.

Ha un organico da fare invidia e punterà a vincere il campionato spagnolo. Mentre le altre due spagnole, si trovano nelle ultime posizione e potrebbero rappresentare un parziale pericolo, ma sono alla portata della Lazio. Il Betis invece ha dimostrato contro il Milan, di saper giocare un ottimo calcio, sarebbe da evitare. Lo Zenit invece è da evitare per il clima che si potrebbe trovare in Russia e la lunga trasferta.  Le altre squadre invece, sono alla portata della Lazio, specialmente se la squadra di Inzaghi, ha intenzione di proseguire il cammino il più lungo possibile.

SEGUICI SU FACEBOOK

PULICI LA RICHIESTA DEL FIGLIO


Pubblicità

Focus

LA NOSTRA STORIA Domenico ‘Mimmo’ Caso

Pubblicato

il


LA NOSTRA STORIA Domenico MimmoCaso nasce a Eboli (SA) il 9 maggio 1954. Centrocampista, fa il suo debutto nel calcio professionistico con la Fiorentina. Nella stagione 1974-1975 vince il suo primo trofeo: la Coppa Italia. Nella stagione 1978-1979 Caso lascia la Fiorentina e si trasferisce al Napoli. Nell’estate 1979 passa all’Inter. Nel 1980 si laurea Campione d’Italia. Dopo l’esperienza in nerazzurro passa per due anni in Serie B al Perugia. Nell’estate del 1983 torna in Serie A con il Torino. Quindi passa alla Lazio, in quel periodo nella serie cadetta. Con la maglia biancoceleste disputa tre stagioni. Nel 1988, dopo la promozione in A, viene ceduto al Latina. Chiude la carriera nell’Orceana.  Dal 1992/93 al 1996/97 è l’allenatore della Lazio Primavera. Il primo anno sfiora lo Scudetto perdendo la finale contro l’Atalanta. Nella stagione 1994/95 vince il titolo. Tra i tanti giovani lancia Alessandro Nesta, Marco Di Vaio, Alessandro Iannuzzi, Flavio Roma e Daniele Franceschini. Dopo aver guidato Foggia, Chievo e Pistoiese, nel 2003/04 torna ad allenare la Primavera laziale. Nel 2004/05 viene chiamato dal nuovo presidente biancoceleste Claudio Lotito ad allenare la prima squadra. Viene esonerato e sostituito da Papadopulo. Successivamente allena la Ternana. A giugno del 2009 viene nominato supervisore del settore giovanile della Cisco Roma. Nel 2011 assume la guida degli Allievi Regionali A1 della Voluntas (Spoleto). A luglio del 2012 viene nominato allenatore della squadra Primavera della Virtus Lanciano. Nel 2013 viene ingaggiato come tecnico della squadra Primavera della Reggina, ma dopo pochi giorni decide di lasciare l’incarico per motivi familiari.

LASCIA UN ‘LIKE’ ALLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK

DIVENTA UN NOSTRO FOLLOWER ANCHE SU TWITTER

 

Continua a leggere

Articoli più letti